Utente 837XXX
ho 39 anni,due anni fa ho deciso di sottopormi ad un intervento TUIP poichè mi è stata diagnosticata una notevole ipertrofia prostatica(congenita).Da dopo l'intervento non ho avuto grandi miglioramenti durante la minzione ed ho perso circa il 50% dell'ejaculazione per l'effetto retrogrado.La mia domanda é:se volessi provare ad avere un altro figlio quali possibilita' possiedo dopo tutto cio'?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'eiaculazione retrograda è una complicanza comune e nota in tutti gli interventi di disottruzione del collo vescicale da ipertrofia prostatica anche nel caso della TUIP per il quale l'eiaculazione retrograda è meno frequente ma possibile. Sta assumento farmaci alfa-litici? Le è stata proposta la crioconservazione dello sperma pre-operatoria? Per la valutazione della sua fertilità è opportuno, se possibile, eseguire un esame del liquido seminale ottenuto tramite masturbazione, in caso di impossibilità alla raccolta diretta si deve procedere con la raccolta su urine dopo masturbazione ma è una procedura complessa che viene attuata in centri di riferimento (vivendo a Roma non dovrebbe essere un problema) ed in funzione di un programma di PMA (procreazione medicalmente assistita).
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dottore,la ringrazio per il suo immediato consulto.
Il mio dubbio era se sono nelle capacita'di concepire senza un programma di PMA e dalla sua risposta ho capito che questa soluzione tecnicamente non è possibile. Certo io mi sono fatto carico di questo intervento e delle sue conseguenze proprio perchè ho voluto evitare l'assunzione di queste medicine vita natural durante.
Ho cercato inutilmente nel mio paese un medico specializzato in urologia per poter affidarmi a lui.
Potrebbe gentilmente consigliarmi quali sono gli esami ed i controlli da fare ed ogni quanto tempo per tenere sotto controllo la mia situazione, visto la mia giovane età?
Le invio i miei più cordiali saluti.