Utente 395XXX
Salve dottori. Sono un ragazzo di 18 anni, non fumo nè bevo. Ho una vita abbastanza sedentaria a causa dello studio. Recentemente mi è capitato di avere dolori nella zona del cuore, perciò ho fatto ECG, ecocardiogramma, ECG sotto sforzo e tutti son risultati buoni (a parte i 90 battiti al minuto a riposo, attribuisco tali risultati alla mia ansia). In ogni caso è da un po' di tempo che mi capita di toccarmi il petto per sentire se ho la tachicardia dopo i pasti (l'ho avuta un paio di volte), ma al posto della tachicardia ogni tanto sento una fitta al petto seguita da battiti più "potenti", come se il cuore volesse uscire dalla gabbia toracica. Il tutto dura pochi secondi, circa 5/10 o poco più. La mia dottoressa aveva rilevato un piccolo soffio con lo stetoscopio, ma lo sentì solo una volta. Ora mi chiedo : L'ecocardiogramma non ha rilevato alcun soffio ma lo stetoscopio sì, e i sintomi che avverto (confrontandomi con conoscenti) sono proprio quelli di un soffio, è possibile che un soffio sparisca così e si manifesti così casualmente? Grazie per la risposta in anticipo. Buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
" i sintomi che avverto (confrontandomi con conoscenti) sono proprio quelli di un soffio," non ha alcun significato: il soffio, come dice il suo nome, è un rumore che si può sentire auscultando il cuore. Quindi non è una malattia e non può causare alcun "sintomo".

Essendo un rumore, può anche sentirsi e non sentirsi a seconda dei casi. Un soffio cos' è evidentemente NON organico , ma legato al fatto che in certi momenti il cuore batte più forte (per esempio dopo aver fatto attività fisica) e il sangue fa questo rumore. Come quando si apre un rubinetto al massimo.
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta. In effetti ammetto di essere ignorante su questo argomento. Cosa può essere questo "dolore" seguito da battiti "che spingono di più"? Extrasistole? Ah dall'Ecocardiogramma è risultato un ispessimento dei lembi valvolari mitralici, potrebbe essere quello? E tale ispessimento potrebbe comportare rischi se svolgo attività fisica? Grazie in anticipo ancora!
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, l' ispessimento dei lembi mitralici non dà alcun sintomo.
I battiti più forti -se non ci sono aletrazioni di ritmo- sono semplicemente snsazioni soggettive (in gran parte legate all' ansia)