Utente 398XXX
Buonasera,
Sono una ragazza di 26. All'eta' di circa 16 mi e' stato ricontrato con un ecocardio per episodi di tachicardia un aneurisma interventricolare.
Non e' mai stato accertato se con presenza di shunt poiche' non mi sono mai sottoposta a ecotransesofagea perche' il mio cardiologo mi ha consigliato di eseguirla se crescendo avessi avuto sintomi particolari. Sintomi che non ho mai avuto se non tachicardia sporadica ma irrilevante.
Ora che sono incinta di 35 settimane e si avvicina l'ora del parto mi domandavo: ma con un aneurisma interventricolare ci sono particolari accortezze da prendere? Posso avere un parto naturale? Ho dei rischi aumentati?
La mia ginecologa nn mi e' sembrata particolarmente preoccupta, ma io ho un po' di pensiero.
Per tutta la gravidanza non ho avuto nessun episodio di tachicardia, esami ematici per ora nella norma e anche la pressione sempre 100/60mmhg
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Non mi è chiarissima la diagnosi che le è stata fatta.
Suppongo che si tratti di un aneurisma sotto aortico, che si forma quando un difetto interventricolare sottoaortico si chiude spontaneamente per l' apposizione di un lembo della tricuspide. Se è così, e se non c'è shunt residuo, può stare tranquilla, e non c'è assolutamente nulla di speciale da fare.

Per le aritmie direi che il discorso è lo stesso: non ha un rischio elevato, e se non ha avuto problemi durante la gravidanza non ha nulla da temere.

Auguri!
[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Grazie della risposta celere.. Ho riguardato il precedente referto e dice:
" Aneurisma del setto interatriale verso l'atrio sinistro. Nn evidente shunt (metodica non corretta). Lieve ITR da cui si stima PAPs pari a 28mmHg. Lieve inginocchiamento del lembo posteriore mitralico, non rigurgito significativo."
Credo di aver confuso il ventricolo con l'atrio effettivamente...
Ci sono implicazioni diverse?
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
La situazione allora è ancora più semplice. L'aneurisma del setto interatriale è un' anomalia abbastanza frequente e non crea problemi a meno che non sia molto ampio e con shunt.

Auguri per il parto!
[#4] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille!
Lo shunt non e' mai stato rilevato con ecocardio ne nel 2007 ne al controllo del 2010 e io non ho mai avuto sintomi particolari.
Magari per scrupolo faro' una visita dal cardiologo prima del parto.
La ringrazio ancora della risposta!
Buon lavoro