Utente 847XXX
a conseguenza di una caduta in moto avvenuta il 31/12/2007 ho riportato la rottura della seconda articolazione del dito medio mano sx, al ps mi hanno riposizionato il dito e cucita la pelle lacerata dall'estrema flessione,il tendine non si e'rotto ma dai rx si vede un piccolo frammento osseo della falange,a distanza di 9 mesi il dito e' rimasto molto gonfio,duro e con una limitata flessione. Mi sono quindi operato 20 giorni fa' con un'artrolisi ma non e'ancora cambiato nulla,il dito e' sempre molto gonfio e si piega al massimo 90°. Chiedo dunque se traumi di questo tipo si recuperano interamente,se e' questione di tempo o se devo tenermi il dito deformato per sempre.

grazie per la disponibilita'.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
I traumi articolare delle interfalangee sono particolarmente difficili da trattare e si associano ad una prognosi severa. Tuttavia, con una buona fisioterapia, le possibilità di recupero aumentano.
Sarà probabilmente impossibile ripristinare lo stato iniziale, ma 90° sono decisamente pochi. Continui pertanto a fare della fisioterapia (e non solo con il fisioterapista, ma anche da solo).
Riguardo il gonfiore... questo passerà dopo molto tempo, anche un anno.
Tanti auguri
[#2] dopo  
Utente 847XXX

Iscritto dal 2008
tuttora sto facendo impacchi di con siero caseario caldo alternato con acqua fredda due volte al giorno per circa 20 minuti e in mancanza del siero utilizzo acqua salata, ci sono sistemi piu efficaci o posso continuare cosi ?
[#3] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
E' una procedura che non conosco... in genere preferisco gli antinfiammatori.