Utente 380XXX
Buongiorno dottor Caldarola. Avevo scritto un consulto qualche mese fa riguardo al mio malessere anche per sforzi leggeri ed extrasistole che mi creavano molta ansia, inoltre venivo colto da malessere nei luoghi chiusi e affollati. Mi aveva consigliato una terapia con SSRI-SNRI, perciò mi sono recato in visita da uno Psichiatra il quale dopo alcune sedute di psicoterapia mi ha prescritto Zoloft 50 mg da arrivarci gradualmente entro un mese. Oggi sono esattamente 40 giorni che sto' prendendo Zoloft a dosaggio 50 mg , tuttavia l'ansia pur essendosi ridotta è rimasta, spesso ho ancora extrasistole (ieri per esempio le ho avute di continuo) e ancora provo malessere durante gli sforzi. Sto' anche andando in palestra tutti i giorni per cercare di riprendermi. Essendo uno studente di medicina ho ricollegato il mio malessere da sforzo ad un innalzamento del diaframma dal momento che soffro di bruciori di stomaco e aerofagia , e questa ipotesi è stata concordata dal medico di base il quale mi ha consigliato Simeticone, che ancora però non ho preso. Lei cosa ne pensa a riguardo? E' plausibile tutto ciò?
Mentre per la questione ansia Zoloft 50 mg può bastare? Mi sembra che mi dia molta sonnolenza ma è anche vero che ultimamente sto' dormendo poco (non per l'ansia ma perché torno tardi e mi devo svegliare presto).
Grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
non capisco cosa la spinga a pensare che l'innalzamento del diaframma possa scatenare la sua sintomatologia cardiaca.
Tutt'alpiù un innalzamento del diaframma può accentuare una MRGE da ernia iatale da scivolamento che potrebbe essere il trigger delle sue EXS.
La cura ex juvantibus da praticare per 1 mese, prevede l'uso a dosaggio pieno di IPP più un gel a base di alginato di sodio dopo i pasti e prima di andare a letto.
Il Simeticone è del tutto inutile.

In ogni caso non conosco e non ricordo se lei abbia fatto un Holter ECG/24h, un ecocardiogramma color doppler e una prova da sforzo. Dato che ora fa palestra, sarebbero auspicabili.

In quanto alla titolazione dello Zoloft non entro nel merito: anche se ho moti dubbi che se lei abbia seri disturbi da attacchi di panico possa essere efficace a 50 mgr.
Ma di questo deve parlare con lo Psichiatra che la segue.

Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dottor Caldarola .
Ho fatto a Marzo 2015 un Hoter 24h ed è risultato che ho avuto solo 8 extrasistole ventricolari nell'arco della giornata. Tutti gli altri parametri andavano bene come anche l'ecocardiogramma color doppler nella norma.

La prova sotto sforzo purtroppo non sono riuscito a portarla a termine perché colto da malessere ad inizio sforzo, quindi smessa quasi subito dopo averla iniziata.

Per quanto riguarda il fattore stomaco--->sintomi cardiaci in realtà è perché penso di essere affetto dalla SINDROME DI ROEMHELD o sindrome gastro cardiaca. Per esempio quando faccio gli sforzi sento continuamente l'aria all'interno dello stomaco e se non riesco ad espellerla inizio ad accusare malessere.
Quindi sarebbe più opportuno una cura con IPP e gel all'alginato di sodio?

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Quale malessere l'ha colta all'inizio della prova da sforzo?
Io proverei a rifarla. Deve solo correre: la faccia al tapis roulant.
In quanto alla sindrome che si è andato a cercare, francamente ci credo poco.
Lei è ansioso, dunque aerofagico, e questo può essere il motivo per cui il suo stomaco si riempie di aria.
La distensione gastrica può influire sul ritmo ma in modo benigno.
Il simeticone è un farmaco la cui efficacia non è mai stata dimostrata: in pratica dovrebbe frantumare le grosse bolle di aria in sede gastrica e intestinale e permetterne la eliminazione con l'eruttazione ac flatibus.
Ma effetti concreti nella mia pratica clinica non ne ho mai riscontrati.
A tale proposito potrebbe essere utile una ecografia dell'addome in toto, che rileverebbe la presenza di aria in sede gastrica od intestinale. E la sua ipotizzata elevazione diaframmatica.
Il tutto preceduto da una valutazione clinica che io naturalmente non posso fare a distanza.
Ne parli con il curante.
Una terapia con IPP + alginato può essere provata, come già suggerito.
Parli anche con lo psichiatra perchè 50 mgr di Sertralina sono una dose starter, non certo di mantenimento.

Cari saluti,
Dr. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per il tempo dedicatomi dr Caldarola.

Volevo chiederle quali sono gli SSRI più indicati per un disturbo di ansia generalizzata, poiché quando lo psichiatra mi prescrisse Zoloft mi disse che se 50 non avesse funzionato mi avrebbe alzato il dosaggio dopo 6 settimane a 75 mg ma poi non oltre.
Dubito che 25 mg in più mi "guariscano" completamente.
Forse l'es-citalopram è più indicato? Non vorrei perdere del tempo prezioso nell'attesa che funzionino farmaci che potrebbero non funzionare mai.

Per l'IPP con alginato di sodio può andare bene Omeoprazolo + Gaviscon Advance ? O ce ne sono altri più indicati e con minori interazioni con sertralina?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla Caro Signore.
La Sertralina è un eccellente SSRI ma deve essere assunto a dose piena che è di 200 mg/die.
Tale dose va titolata anche partendo da 25 mg e aumentando progressivamente fino al dosaggio target.
Può essere necessario, ma vale per tutti gli SSRI e gli SNSRI, associare una BDZ specie durante le fasi di aumento del dosaggio per minimizzare effetti collaterali fastidiosi e un temporaneo, possibile, aumento dell'ansia.
Il farmaco è uno dei pochi che al dosaggio pieno esercita una non trascurabile attività dopaminergica che contribuisce al suo effetto terapeutico.
E' sostanzialmente priva di interazioni significative.
50 o 75 mg non influiscono sulla sua patologia psichica e sono poco più che un placebo.
L'escitalopram è un SSRI puro. Nella mia esperienza è stato spesso necessario sosrituirlo con un altro SNSRI, tipo Venlafaxina o Duloxetina, per avere risultati tangibili.
Questa è la mia esperienza di clinico Internista: ma di tutto deve parlare con il suo Psichiatra.
Infine il Gaviscon Advance, nelle varie formulazioni, resta il migliore ancorchè non abbia un sapore eccellente: non per nulla è un farmaco e gli altri sono registrati come integratori.
Per l'IPP proverei l'Esomeprazolo, isomero dell'Omeprazolo: entrambi non hanno interazioni crociate con la sertralina. Al dosaggio di 40 mgr/die, 20 min prima di colazione.
Spero di esserle stato utile.
Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per il suo aiuto dottore.
Peccato che Lei riceva solo in Svizzera altrimenti di sicuro in futuro avrei prenotato una visita.
Per ora la saluto, Le farò sapere come va,
Buona serata e Buon weekend
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Grazie della stima, fa sempre piacere.
Specie se è genuina come la Sua.
Passi un'ottimo W.E. anche Lei.
Saluti cari,
Dr. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dott. Caldarola. Mi sono imbattuto per caso in un suo consulto con un ragazzo che ha tachicardia improvvisa.. Ma come fa ad avere così tanta pazienza per rispondere a persone così?
Dovranno farla santo :D
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ahahahah
Ma tra 100 anni!
I santi si canonizzano dopo la morte!!
;-)
Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Lungi da me augurarle di essere santo a breve ! :)
Ovviamente una persona come lei dovrebbe vivere minimo 150 anni per il bene dell'umanità..

Comunque vorrei farle una domanda.
Mi capita saltuariamente di sudare nella notte, non copiosamente ma la mattina quando mi alzo sono "umido" a tutti gli effetti.
Circa un mese fa, per una sensazione soggettiva di tonsilla gonfia monolateralmente ho effettuato tampone faringeo + emocromo con formula, Ves, Pcr, LDH ed elettroforesi delle sieroproteine. Tutto nella norma compresi gli indici infiammatori.

Con le analisi da me fatte si potrebbero escludere patologie sistemiche (es. Linfoma) e sopratutto vale la pena rifarli visto che queste sudorazione prima non era presente? Oppure gli esami fatti un mese fa sono attendibili?

Grazie mille

[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se il quadro faringeo è tornato alla norma e la tonsilla al volume normale, stia pure tranquillo perchè la sudorazione notturna nel linfoma di Hodking non è un sintomo nè costante nè frequente e ha la caratteristica di localizzarsi in sede nucale.

Gli esami di un mese fa sono ancora validissimi.
Ritengo che tutto sia da ricondurre alla sua sindrome ansiosa.
Perciò si tranquillizzi.
Serena notte,
Dr. Caldarola.

[#12] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottor Caldarola.. Rispondo solo ora poiché non ho avuto possibilità di accedere al sito in questi giorni.
In realtà la sensazione di tonsilla ipertrofica cè ancora, dalle analisi del sangue e rinofaringoscopia non è risultato niente quindi mi son convinto che è solo una sensazione.. Anche se poi è subentrata questa sudorazione notturna che però non è intensa quindi da quanto dovrei aver capito mi lascerebbe tranquillo..

Per quanto riguarda lo zoloft sono ancora a 50 mg, e mi causa sonnolenza diurna.. Sono spesso stanco.. Ma la sertralina non dovrebbe avere un profilo "attivante"? In genere la sonnolenza è un effetto collaterale che se ne va? Lo psichiatra mi ha detto di si ma è un mese e mezzo che lo assumo e ancora la ho..
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la Sertralina ha un profilo attivante ai dosaggi che le ho illustrati nella replica #5
Il suo dosaggio di 50 mg la lascia nello status quo ante.
Oltre alla Sertralina esistono diversi SNSRI dotati di un ottimo profilo attivante: capisce bene che non posso interferire con la linea terapeutica del suo Psichiatra.
La sonnolenza non è un effetto collaterale tipico della Sertralina: piuttosto la demotivazione è un sintomo che la depressione non è adeguatamente trattata.
Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta. Ci tengo però a precisare che io prendo sertralina per una sindrome di ansia generalizzata e attacchi di panico... Prima dell'assunzione non ho mai avuto sonnolenza diurna (tranne quando ho fatto le ore piccole).. Ma a 150-200 mg è necessario eseguire ECG seriati per verificare QTc? Nella sua esperienxa ha mai visto non responder con sertralina?
[#15] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
le ripeto che non voglio interferire con il suo Psichiatra.
Cerchi di ragionare secondo il mio punto di vista.
I non responders ci sono per la sertralina e per ogni farmaco, semplicemente perchè l'organismo non è una macchinetta elettronica.
Il prolungamento del QTc può verificarsi anche a 50 mg, se vi sono le condizioni predisponenti, come una sindrome del QT lungo o l'assunzione di altri farmaci che prolungano il QTc
In assenza di tali fattori predisponenti è evenienza molto rara.
Che si può presentare con una pletora di farmaci. Compresi molti antiinfettivi.
Per la sua sicurezza un ECG basale al mese è più che sufficiente.
Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#16] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la sua disponibilità e per prendere a cuore il mio caso di malessere cercando di d'armi i giusti consigli. Ora sono andato ad accompagnare una signora amica di famiglia in ospedale.. È tutto il tempo che ho una strana pressione in testa quando cammino e anche senso di stordimento.... Penso di essere affetto da una forte forma di ansia... Da domani iniziato a prendere 75 mg di zoloft... Per poi passare a 100.. Vorrei anche unire una benzodiazepina ma ho Laura di eventuali effetti collaterali.. Lo psichiatra mi aveva consigliato lo xanax , va bene o ce di meglio per l'ansia?
[#17] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi signore,
io prendo a cuore tutti i pazienti.
Ma lei deve farsi titolare la sertralina dallo Psichiatra che le adeguerà anche il dosaggio dell'ansiolitico.
Sempre che lo Psichiatra ritenga di aumentarle la sertralina.
Non faccia automedicazione perchè può essere pericolosa.
In più ad evitare che venga spostato nella sezione Psichiatria da un referente di Area Cardiologica, eviti di continuare a postare consulti non cardiologici in questa sede.
Il Sito ha delle regole che vanno rispettate.
Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#18] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Ok la ringrazio dottor Caldarola e mi scuso per aver infranto le regole di questo sito
[#19] dopo  
Utente 380XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dott Caldarola. Colgo l'occasione per ringraziare il dottor Mariano Rillo che oggi ha respinto il mio consulto in cardiologia.. costringendomi quindi a dover fare una nuova domanda in questo vecchio post, principalmente mi dispiace per gli eventuali utenti a cui tutto ciò non potrà essere utile (io personalmente utilizzo non poco spesso medicitalia per trovare risposte alle mie domande). Grazie dr Rillo. La prossima volta invece di respingere la domanda si rimetta un pó sui libri , a giudicare dalla qualità delle risposte che dà penso proprio che non le farebbe male ;)

Quindi dott Caldarola la mia domanda era questa. Da quasi 3 settimane sto camminando in media 7-8 km giornalmente .. il mio problema rimane il fare le scale, quando devo fare 3-4 piani (come quando vado a lezione in università) tutto cio diventa un incubo.. gli esami cardiologici fatti in precedenza andavano bene, tranne la prova sotto sforzo che non ho eseguito.. volevo chiederle come posso fare, cosa mi consiglia, per superare il problema di fare le scale.. grazie anticipate , cordiali saluti