Utente 109XXX
Alcuni anni fa provavo forte prurito nella parte sacrale e notai una grossa lesione della pelle, feci quindi un esame dal medico di base che mi tranquillizzo dicendomi che dovevo evitare di strofinare forte ma comunque assicurarmi che la pelle fosse ben asciutta prima di indossare l intimo. La situazione miglioro' subito fino a un mese fa quando ho scoperto di avere una fistola diagnosticata da un chirurgo, il quale mi diede iniezione di "rocefim" e una pomata al cortisone. La fistola dopo pochi giorni si è rotta ed è diventata quanto un brufolo anzi non mi da fastidio, ma si è ripresentato il problema sopra citato con tanto di perdita di sangue. (La fistola è presente sulla parte laterale) potrebbero essere collegate le due cose? Questa lesione della cute che mi causa un fastidioso prurito a cosa potrebbe essere dovuta?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
da quello che riferisce dovrebbe trattarsi di una fistola sacro-coccigea (sinus pilonidalis) che si è infettata.
In questi casi, è molto importante tenere pulita la regione sacro-coccigea e provvedere a rimuovere i peli residui mediante ceretta.
Certamente, sarà opportuno una valutazione dal suo medico curante o una visita chirurgica.
Ovviamente, queste fistole non regrediscono spontaneamente ma necessitano in alcuni casi di essere asportate chirurgicamente.
Cordiali saluti.