Utente 402XXX
Buongiorno, scrivo per un piccolo consulto.
Allora da un mese a questa parte circa ho iniziato a soffrire di un dolore nella zona perineale molto forte inizialmente non avevo altri sintomi e il medico di famiglia pensò in una prostatite, dopo una terapia antibiotica i sintomi non erano del tutto passati ma sono diventsti piuttosto altalenanti il dolore passa e ritorna in più si sono aggiunti fastidi simili a bruciori e formicolii in tutta la zona (anche nel pene) , a questo punto punto ik medico mi ha prescritto esami delle urine e urinocoltura (risultati negativi) e un'ecografia che non ha evidenziato nulla di anomalo. Nel frattempo i sintomi continuano ad andare e venire e se ne sono aggiunti altri come voglia frequente di urinare(che sparisce dopo qualche giorno) e dei fastidi come se gocce di urina si "fermassero durante il tragitto" ma che se " premendo" (me ne sono accorto sedendomi) riesce a scendere , stessa cosa per l'eiaculazione (ho notato anche indebolimento dell'erezione). Sta di fatto che gli esami non hanno riscontrsto nulla ,l'unica cosa che è stata trovata è una anomala deviazione del coccige e il medico ha attribuito a quello tutti i miei sintomi. In realtà io non sono convinto quindi mi rivolgo a voi per farmi un idea . Vi ringrazio e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

è stata fatta anche una valutazione colturale completa sul liquido seminale?

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello delle vie seminali, ghiandola prostatica compresa, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

http://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Salve la ringrazio per la risposta, non ho effettuato nessun esame di quel tipo
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, allora bisogna risentire il suo medico, eventualmente anche il suo urologo di riferimento e con loro valutare la reale opportunità di completare il suo iter diagnostico e poi terapeutico.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Capisco , da queste poche informazioni secondo lei di che problema potrebbe trattarsi ,
La ringrazio
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come già dettole, difficile fare una concreta ipotesi diagnostica senza per altro avere a disposizione una valutazione colturale completa sul liquido seminale.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2016
Capisco la ringrazio per la cortese attenzione
cordiali saluti