Utente 402XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni, volevo chiedervi qualche informazione più dettagliata sull'eiaculazione precoce che non ho trovato nelle altre consulenze.
Partendo raccontandovi la mia situazione ho avuto una storia di 2 anni finita circa 1 anno fa dove per il primo anno non ci sono stati problemi, nell'ultimo periodo invece si è manifestato il problema dell'eiaculazione precoce, nel primo rapporto dopo circa 1 minuto c'era già lo stimolo.
A distanza di un anno ho avuto un altro rapporto , cercando di non pensare al problema, ma al primo tentativo l'erezione è finita al momento dell'inserimento del preservativo, e al secondo tentativo dopo neanche un minuto c'era già lo stimolo.
Volevo chiedervi:
1- È possibile che una masturbazione effettuata in modo scorretto, quindi in modo veloce e senza cercare di controllare il riflesso eiaculatorio abbia portato a questo?
2-Si parla di eiaculazione precoce quando non si riesce a controllare il riflesso, e guarendo da questa, si dovrebbe sentire lo stimolo e diciamo "annularlo" e "respingerlo" oppure non sentire proprio lo stimolo subito ma sentirlo dopo una durata ragionevole del rapporto?
3- La masturbazione prima del rapporto è utile? È quanto tempo prima dovrebbe essere fatta?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
si parla di eiaculazione precoce quando il paziente si sente frustrato in relazione ai tempi: parametro soggettivo, non oggettivo. Ha cause organiche (malformazioni, infiammazioni) o psicologiche. La terapia avviene rimuovendo la causa scatenante. La masturbazione prima del rapporto serve ad avere prima o poi un deficit erttivo psicogeno. Si faccia vedere da coollega.