Utente 403XXX
Gentili specialisti,

sono un ragazzo di 24 anni e mi rivolgo a voi oggi per chiedere alcuni pareri su delle analisi che ho appena fatto riguardanti il mio livello di testosterone. L'unico valore di riferimento che mi è stato dato è il seguente:

10.99 ng/ml

Facendo una rapida ricerca su internet ho capito che questo livello è superiore alla media. Il punto è che, avendo visto che i valori medi sono molto distanti tra loro (si oscilla tra 3 e 9 se non erro), non riesco a capire quanto il mio livello di testosterone sia effettivamente alto. Mi spiego meglio. Supponendo che tra i valori "normali" compresi tra 3.00 e 9.00 quest'ultimo sia considerato un "alto livello di testosterone" (almeno in riferimento al "valore minimo della normalità", che a quanto pare è 3.00) mi chiedo se il mio, che è appunto di 10.99, rientri nel "troppo alto", e necessiti di approfondimenti.

Aggiungo un dettaglio. Purtroppo, per mio errore, ho avuto con certa frequenza rapporti sessuali fino a 2 giorni prima del test. Avendo letto che, a seguito di una eiaculazione, i livelli di testosterone tornano ad un livello normale (per il soggetto intendo) dopo circa 7 giorni, ho paura che, in realtà, i miei valori di riferimento siano enormemente più alti rispetto a questi.

Un'ultima domanda. Un elevato livello di testosterone (supponiamo anche più alto di quello che ho attualmente evidenziato) può influenzare aspetti caratteriali e/o sociali? Ho sentito pareri discordanti in merito, e mi piacerebbe saperne di più.

Grazie mille,

Leonardo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il livello in eccesso del testosterone totale,non comporta alcuna modifica né fisica,né metabolica,né psichica,né sessuale etc..I valori espressi hanno una valenza unicamente quantitativa e non biologica.Va da se che uno specialista,ponendo una diagnosi di primo livello,basata sulla raccolta anamnestica,sull'esame obiettivo e sulla valutazione metabolica ed ormonale,possa offrire delle risposta contingenti ai quesiti che ci pone,e decidere se ricorrere ad approfondimenti ecografia etc..Cordialità.