Sensibilità del corpo spongioso e del glande, eiaculazione precoce

Salve i miei problemi sono l'eiaculazione precoce e una lieve disfunzione erettile, entrambi causati dal corpo spongioso e dal glande che sono entrambi sensibili, ovvero durante un rapporto o la masturbazione sento costantemente la sensazione di eiaculare e per questo eiaculo precocemente, è una sensazione quasi dolorosa come se fosse infiammato, inoltre corpo spongioso e glande non si induriscono più e non sento più la sensazione di eccitazione del glande ma solo il fastidio detto in precedenza. Per la disfunzione erettile ho fatto un ecocolor doppler penineo ed è uscita una lieve fuga venosa, ma ho raggiunto un erezione completa tranne che per il corpo spongioso e il glande. Inoltre ho avuto la prostatite e nell'ultimo esame fatto era leggermente infiammata quindi ora non so quale sia la situazione. Quindi vorrei sapere come poter risolvere questi problemi del corpo spongioso e del glande. e spero che non mi diate risposte come potrebbe essere un problema di tipo psicogeno, perchè vi assicuro che non ho nessun problema psicologico infatti raggiungo un erezione completa tranne che per il corpo spongioso e del glande e se non fosse per la sensazione di eiaculare non eiaculerei precociemente infatti so durare molto anche con questa sensazione
[#1]
Dr. Andrea Bottai Urologo, Andrologo 2,7k 131
Gentile utente
Il problema sembra essere un pó complesso. Lei dice che non influisce il fattore psicologico e le credo, pur non conoscendola e non potendo esprimermi nel dettaglio. È un qualcosa che è sempre successo o è un fenomeno iniziato da poco? Gli urologi e andrologi che l'hanno visitata cosa le hanno detto? Ha provato a trattare l'eiaculazione precoce e la disfunzione erettile? Quando ha fatto il doppler, come hanno giustificato l'assenza di rigidità del glande? Ha trattato la prostatite? Mi faccia sapere. A presto

Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#2]
dopo
Utente
Utente
salve dottore grazie per la risposta
comunque è iniziato un paio di anni fa dopo aver usato un estensore del pene che tirava il glande. Il dottore che mi ha visitato riguardo l'eiaculazione precoce disse che poteva essere causata dalla prostatite infatti durante l'esame della prostata avvertì una sensazione di dolore che saliva dalla prostata passava dal corpo spongioso e arrivava al glande, ed il dottore disse che era proprio questo il fastidio che fa eiaculare. Curai la proststite con le medicine che mi prescrisse il dottore infatti durante la cura il problema si ridusse, feci un altra visita e li l'infiammazione era lieve dopo continuai a curarla per un altro mese ma alla fine il problema non passò non sapendo se la prostatite era passata. Fatto il doppler il medico disse che l'erezione era incompleta ma non la giustificò in nessun modo, il medico di base mi prescrisse il ciliais e ora sto provando con il viagra ma il glande rimaneva e rimane moscio. Io vorrei sapere se il problema potrebbe essere stato l'estensore e se c'è rimedio. Fatemi sapere grazie.
[#3]
Dr. Andrea Bottai Urologo, Andrologo 2,7k 131
Gentile utente
Non so come lei abbia utilizzato questi estensori del pene. Il fatto che siano iniziati i problemi dopo l'utilizzo di questi estensori, mi potrebbe far pensare a eventuali danni provocati a livello neurologico o vascolare locale tali da creare fughe venosa o processi fibrotici o comunque un danno da traumatismo.Questa è un'ipotesi di glande molle che faccio così in modo azzardato e non conoscendola. Un andrologo di fiducia dovrebbe aiutarla a capirci qualcosa. Mi faccia sapere. a presto!
[#4]
dopo
Utente
Utente
ma secondo lei il problema della eiaculazione precoce e della disfunzione sono collegati in qualche modo? quindi lei mi consiglia una visita dall'andrologo o un esame in particolare?riguardo l'eiaculazione precoce lei cosa pensa?io sento che dipende dalla sensibilità del corpo spongioso e del glande
[#5]
Dr. Andrea Bottai Urologo, Andrologo 2,7k 131
Gentile utente
Il consiglio è una visita completa con un andrologo. Il quadro non è semplice da affrontare sul web. Io cercherei di trattare l'eiaculazione precoce cercando di comprendere la causa dell'insorgenza,escludendo prostatiti o altro. Forse ripeterei un ecocolordoppler penieno mirato a valutare la vascolarizzazione del glande. Mi faccia sapere l'esito della visita. A presto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio