Utente 391XXX
Salve dottori, sono una ragazza di 24 anni sana e non fumatrice e soffro di aritmia sinusale, che so essere fisiologica e innocua. A seguito di episodi frequenti di tachicardia ho effettuato un ecocardiogramma (dal momento che anche a riposo arrivo ad avere 90 bpm nonostante sia tranquilla). L'esito è buono,tutto nella norma. La cardiologa non ha riscontrato nulla che non andasse, mi ha detto che effettivamente però sono un soggetto molto tachicardico e mi ha detto di fare un'analisi del sangue (tiroide ed emocromo). Tornando a casa, però, nel referto ho letto "insufficienza tricuspidalica di grado lieve da cui si stima una pressione arteriosa sistolica polmonare di 25 mmHg". Sapete dirmi cosa significa?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve,
È una lieve anomalia fisiologica, presente in soggetti sani e quindi compatibile con una vita normale.
La collega ha stimato anche la PAPs, che va correlata all'insufgicienza di quella valvola, ed è tutto nella norma, tranquilla.
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per il suo intervento, dott. Ventre. Quindi nonostante questa piccola insufficienza non è il caso di fare ulteriori controlli? La cardiologa mi ha detto di fare al massimo un holter delle 24 h ogni anno. E volevo un ultimo chiarimento, cosa c'entra la pressione polmonare? Significa che sono ipertesa? E questa insufficienza può evolversi nel tempo?