Utente 404XXX
Gentili Dottori,

vi sarei grato se poteste spiegarmi per quale motivo il consumo di finasteride 1mg/die può portare all'insorgenza di dolori testicolari come effetto collaterale.
Grazie in anticipo per il vostro tempo e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non è un effetto collaterale frequentemente segnalato anzi quello da lei indicato è, soprattutto da un punto di vista farmacologico, difficilmente interpretabile.

La Finasteride infatti, in sostanza, blocca la trasformazione del testosterone nel suo metabolita attivo il diidrotestosterone e lì la sua azione si ferma.

Senta ora comunque in diretta il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore,
la ringrazio per la velocissima risposta. Nel mio caso in particolare il problema si è presentato dopo circa un mese di assunzione ed è ormai presente da circa una settimana. Il dolore interessa solamente il testicolo destro ed è generalmente di lieve entità (più una sensazione di fastidio che di reale dolore) tuttavia la sua intensità tende a variare durante la giornata, in alcuni casi scompare totalmente mentre in altri, soprattutto dopo un po' di tempo che sono seduto, tende ad accentuarsi. Tra i due testicoli non sembra esserci nessuna differenza né alla vista né al tatto, in più la palpazione non causa in nessun modo un aumento del dolore. L'unica cosa che ho notato è che, quanto mi sveglio durante la notte, appena mi alzo la mattina (e nelle 1-2 ore successive) e mentre faccio attività fisica, il fastidio è sempre totalmente assente. So che senza una visita e gli opportuni esami (cosa che provvederò a fare) è difficile, se non impossibile, poter fornire una spiegazione tuttavia le sarei grato se potesse darmi comunque un parere in base alla sua esperienza.
Grazie in anticipo e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo, come pure lei sembra avere compreso, da questa postazione, senza una valutazione clinica diretta poco, anzi nulla di preciso e corretto le posso dire su i suoi sintomi.

Bene ora sentire in diretta un bravo andrologo e nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali ed altri problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html

Qui potrà trovare anche tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare eventualmente una corretta auto-palpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.