Utente 404XXX
Egregio dottore, le scrivo perché sto attraversando un periodo di forti preoccupazioni. Questa estate sono corsa in ospedale per sesnso di mancament e conseguente tachicardia, respiro corto e tremori. In ospedale mi hanno detto che si fosse trattato di attacco di panico. Ho fatto ad agosto prova da sforzo ed ecocuore. Tutto positivo solo il battito più accelerato del normale che sotto sforzo arriva a 200 quasi. Per qualche mese sono stat tranquilla poi mi è capitato di avvertire un senso di stretta forte al cuore o di forte pressione al cuore e conseguente senso di mancamento, stordimento. Questo mi è capitato altre volte ma Non ci ho fatto più tanto caso perché avevo eseguito i controlli da poco. Qualche mese dopo ho avvertito fastidiose extrasistole che avevo riscontrato anche prima dell attacco di panico di questa estate. Così a gennaio ho messo holter. Risultato: episodi di tachicardia sinusale e 8 extrasistole sopraventricolari. La situazione sembrava andare bene. Due settimane fa sono ritornata in ospedale per fastidi al petto e alla schiena. Elettrocardiogramma positivo (tachicardia sinusale e battito regolare) e gli esami del sangue buoni. Da qualche giorno si stanno ripresentando questo fastidioso senso di pressione al cuore, come se qualcuno lo stesse stringendo e il conseguente senso di stordimento che mi stanno facendo preoccupare di nuovo di avere qualcosa al cuore. Premetto che sto attraversando un periodo di stress e ansia da quando ho avuto quel primo episodio questa estate. Ho 21 anni e frequento l'università. Vorrei sapere se è il caso di approfondire la situazione o si puo ricondurre ad un periodo ansioso?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lo stress sicuramente causa e comunque amplifica i suoi disturbi.
Penso che piccole dosi di beta bloccante e di ansiolitici potrebbero essere di estremo aiuto.
Una consulenza psichiatrica potrebbe essere utile al fine di accertare episodi di attacchi di panico e quindi prescriverle una idonea terapia.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la sua pronta risposta. Secondo lei quindi posso stare tranquilla per quanto riguarda il cuore?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certamente

arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la sua gentilezza e disponibilità.