Utente 395XXX
Buon giorno a tutti. Innanzitutto vorrei premettere che essendo ignorante in materie non sono sicuro di aver posto la domanda nella giusta specializzazione medica. Se cosi fosse, invece di cancellarla potreste dirmi rispondendomi dove porla? Grazie anticipatamente.
Allora io sono un ragazzo di 17 anni, nuotatore e amante dello sport in generale. È da meno di un anno che faccio uso di cannabis, in maniera molto sporadica, anzi direi anche rara. Avró fumato in un anno circa un 20 volte. L'ultima volta che ho fumato, è stata poche ore fa e stranamente ho avvertito una forte tachicardia. Una tachicardia fuori dal consueto. Forse perchè avevo fumato il bong che mi aveva dato molto fumo. Fatto sta che mi misuro i battiti cardiaci con un app sul cellulare e vedo che è di circa 150 bpm. Sono un nuotatore e i miei bpm sono all'incorca compresi tra 50 e 57 bpm. Io mi sono spaventato molto dopo cio che è accaduto e a distanza di 3 ore sento ancora il cuore affaticato. Ora la mia domanda è, ho per caso danneggiato il mio cuore definitivamente ? Posso andare in contro a qualcosa di grave come ad esempio arresto cardiaco o infarto? Dopo questa volta potró avere effetti gravi di tachicardia anche se no fumo? La marijuana causa di per se della tachicardia? Si potrebbe morire di tachicardia? Scusate se vi tempesto di domande ma sono veramente in paranoia. Confido in una vostra risposta. Grazie anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La marijana scatena attacchi di panico, distrugge le cellule cerebrali, aumenta la frequenza cardiaca.
Le facci presente che chi gliela vende o gliela procura, e' punito in Italia con il carcere, con l'aggravante del fatto che lei e' minorenne.


la saluto
cecchini
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Dottor Cecchini la ringrazio per la celerità della risposta. La mia domanda è, adesso non ho piú tachicardia ma secondo lei posso essermi compromesso il cuore oppure è solo una cosa passeggera? Se non fumo piú staró bene oppure mi sono compromesso definitivamente rischiando infarti o attacchi cardiaci?
La ringrazio,
Cordialmente la saluto.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No , gli effetti collaterali sono transitori.
Con l'andar del tempo possono diventare irreversibili.
Butti via quella roba da sfigati.....
Arrivederci

cecchini