Utente 407XXX
Buonasera, volevo avere info inerente all oggetto. A Mio padre ha 83 anni e da circa un mese grazie ad un ecocolordopler alle carotidi, gli e' stato diagnosticato una stenosi siperiore al 90% alla carotide interna destra. Premetto che abbiamo fatto quest esame, sotto prrscrizione del neurologo, in virtu' del fatto che da giorni lamentava che quando camminava per strada avvertiva come una sensazione di sbandamento ed anche camminando in casa urtava spostandosi da una camera all altra contro le porte. Siamo stati indirizzati dal nostro medico curante al reparto di chirurgia vascolare e gli stessi medici hanno voluto ripetere l'ecocolordopler e confermata la stenosi lo hanno sottoposto ad una tac. Che ha riportato tale stenosi di consistenza (molle) e quasi occlusa del tutto. Proprio stamane i medici del reparto, dopo aver effettuato esami del sangue e visita cardiologica con ECG e ecocuore ci hanno spiegato che questo tipo di placca e' un po complicata da rimuovere con l'angioplastica e loro propongono il classico intervento. Mi scuso se mi sono prolungato, e quindi vengo alla domanda... siccome mio padre fortunatamente e' autonomo, cammina e non ha problemi agli arti, tranne nell ultimo periodo che avverte un po di affaticamento del camminare, con una stenosi sopra indicata e' consigliato l'intervento? Grazie mille per l attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la condizione che riferisce richiede un trattamento chirurgico, considerato che i rischi connessi alla presenza di una placca instabile che determina una stenosi di alto grado sono maggiori rispetto a quelli dell'intervento in previsione del quale mi sembra siano state effettuate le opportune valutazioni preventive) rapporto rischio-beneficio).