Utente 407XXX
Buonasera,
come ho scritto nel titolo ho riscontrato che nel mio sperma sono presenti dei grumi gelatinosi, ma mi spiegherò meglio.
Sono un ragazzo di 20 anni e sono solito eiaculare più di una volta al giorno. Il problema è che, da qualche mese a questa parte, quando per qualche motivo non riesco a farlo, mi trovo ad eiaculare in modo molto lento, con un liquido seminale denso e che presenta dei grumi bianchi, quasi gommosi, di dimensioni abbastanza elevate.
Non ho altri sintomi, né febbre né dolori, ho un'alimentazione equilibrata e ho da poco fatto gli esami del sangue che sono risultati tutti nella norma.
Essendo uno studente di medicina ho provato ad informarmi in altri modi ma non sono riuscito a trarre nessuna conclusione anche perché, normalmente, la "gittata" del liquido seminale è abbondante e uniforme.
Spero che qualcuno riesca ad aiutarmi, grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Gentile utente
La presenza di grumi potrebbe essere normale come no. Se non ha altri sintomi associati, lasci passare un altro pó di tempo. Nel frattempo beva molta acqua nella giornata.Se questi grumi persistono, allora contatti il suo medico curante chiedendo se è il caso di fare uno spermiogramma e una spermiocoltura. Mi faccia sapere. A presto. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

già fatto un esame del liquido seminale con relativa valutazione colturale completa?

Fatta una ecografia delle vie uro-seminale in ambiente dedicato?

Quello che ci racconta potrebbe far pensare ad un problema infiammatorio delle vie seminali, prostata e vescicole seminali comprese.

Che dice il suo andrologo od urologo di fiducia?

Qui le ricordo solamente alcune informazioni di fisiologia andro-urologica cioè che entro 5 minuti dall’eiaculazione lo sperma umano coagula per assumere l’aspetto di una gelatina semisolida; questo processo serve a “fermare” il liquido seminale e quindi anche gli spermatozoi a livello vaginale ed è dovuto alle varie “sostanze” contenute nelle secrezioni che vengono prodotte dalle vescicole seminali.

Entro 20-25 minuti poi il tutto si trasforma in un liquido meno viscoso per un processo di liquefazione che invece è legato soprattutto a “sostanze” contenute nella frazione dell’eiaculato che proviene invece dalla prostata e dalle ghiandole del Cowper.

Un cordiale saluto.