Utente 408XXX
Salve, il giorno 03/03 subisco una ferita l/c alla base del pollice, al ps vengo solo suturato senza fare controlli specifici, solo un controllo visivo del chirurgo che successivamente mi sutura la ferita. passa più di un mese e il mio dito pollice continua a farmi male in zona ferita con sensazione di prendere la scossa ogni qualvolta che ci sfioro sopra ed ho dei grossi problemi a piegare la falange, in pratica ho il pollice immobilizzato. Il giorno 11 vengo mandato in una struttura privata dove il chirurgo mi dice questo: affetto da esiti: ferita l/c base pollice sinistro trattato altrove con sutura cutanea con residue disestesie e tinel+++ sul lato ulnare per sospetta lesione del collaterale sensitivo e deficit della flessione attiva della prima falange (sospetta lesione del FLP)

con questa diagnosi il chirurgo mi dice che il giorno 04/05 mi dovrà fare un intervento di revisione collaterale sensitivo ulnare e del flessore lungo pollice sn alla base di F1. vorrei chiederLe cortesemente i tempi di recupero dopo un tale intervento e se c'è la possibilità di svolgere le normali attività giornaliere tipo guidare la macchina ecc.
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

è impossibile rispondere a questa domanda: tutto dipende da cosa farà il chirurgo.

Se infatti troverà una lesione anatomica del tendine e del nervo collaterale, suppongo che proverà a ripararli.

Se invece si limiterà a una neurolisi e a una tenolisi (eliminazione delle aderenze), le cose cambiano completamente.

Anche nel primo caso, tutto dipende dal tipo di riparazione (con o senza pull-out per il tendine, con o senza tubulizzazione per il nervo).

P.S.: queste domande, del resto, le deve fare al suo chirurgo.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille per la risposta. Anche il chirurgo che mi opererà mi ha detto come lei aggiungendo che una revisione andava fatta, sicché in sala operatoria avrebbe visto le condizioni di tendini e nervi, però non sono sceso sui tempi di recupero. Il "danno" è stato fatto al ps che mi ha sururato senza la benché minima visita. Spero tanto di riuscire a guidare il giorno dopo l'intervento perché non ho nessuno a cui fare affidamento.
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se riparerà tendine e nervo, non credo proprio sarà possibile.
[#4] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
grazie mille Dottore, il tendine sinceramente io un minimo movimento della falange ce l'ho proprio minimo, anche se lo specialista che mi ha visitato mi ha premuto la prima falange e quando mi ha detto di piegare la seconda il cervello lo voleva ma il dito è rimasto immobile. il nervo sicuramente, perchè il mio pollice non ha proprio più sensibilità.
in caso solo di riparazione del nervo quanto tempo mi ci vuole post operatorio per tornare in condizioni buone?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le ho già risposto: tutto dipende dal tipo di riparazione che eseguirà il collega.
[#6] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dottore, il giorno 04 mi hanno operato, mi hanno rimosso il neuroma ed effettuato una revisione e tenolisi FLP + revisione e neurolisi al collaterale sensitivo ulnare pollice, applicazione del Dynavisc in sede.
ho il controllo tra 30 giorni, il tendine è ok ma il nervo mi è stato detto che si era continuo, però era molto brutto e la sensibilità del dito è improbabilissimo che mi torni, infatti il mio dito è insensibile come prima dell'intervento.
a 4 giorni dall'intervento io faccio una mobilizzazione del dito come consigliato però come piego la prima falange sento un gran dolore accompagnato dalla sensazione di scossa, il chirurgo mi ha detto che se ricompaiono si deve rioperare e affossare il nervo. le chiedo cortesemente se non c'è modo per ripararlo anche se definito in pessime condizioni, o che con il tempo torni a funzionare da solo?
i tempi di recupero solitamente a quanto ammontano?
grazie mille
cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Un nervo può sempre essere riparato: la tecnica più elaborata e che dà i migliori risultati è quella della tubulizzazione (tubulo sintetico oppure tubulo biologico, cioè una vena prelevata dallo stesso paziente).

Bisogna però:

1) trovare un chirurgo che conosce bene queste metodiche.

2) il nervo lesionato deve avere un'importanza funzionale tale da giustificare un intervento così elaborato.
[#8] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dottore per la risposta. Avrei una domanda da porle. Circa 3/4 giorni fa durante la notte mi sono svegliato di colpo per un dolore molto forte tipo una scossa che mi ha percorso la mano fino al gomito, il tutto è durato pochi istanti. dopo il fatto la prima falange del pollice operato non riesco più a muoverla neanche di un grado. secondo lei cosa può essere successo? venerdì ho una visita, dice che è meglio anticiparla?
Grazie, Cordiali Saluti
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non posso azzardare ipotesi senza averla vista....
[#10] dopo  
Utente 408XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno Dottore, a distanza di più di un mese dall'operazione torno a scriverle perchè ad oggi non riesco per niente a muovere la falange del mio pollice mano sx. Questa mattina sono stato a fare un'ecografia ma non mi è chiaro il responso che le scrivo così come me lo hanno daro:
Conclusioni:" Il tendine del flessore del I dito della mano sx appare continuo ed uniforme su tutto il decorso. Mostra diametri trasversi di 4X4 mm e presenta un sottile film fluido reattivo della guaina in corrispondenza dell'articolazione MCF. In corrispondenza della falange prossimale il tendine decorre rettilineo perdendo il normale aspetto a festone per verosimile lesione del retinacolo."
ecco questo è il responso, anche se non sono stati in grado di dirmi il perchè non si muove per niente. ora il giorno 16 inizio la terapia con elettrostimolazioni sui mm flessori del pollice ultrasuoni e mobilizzazioni assistite. spero di arrivare a muovere questo benedetto dito. Grazie per l'attenzione
Cordiali saluti.
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Va per prima cosa esclusa una rigidità articolare della MF.

Se non c'è rigidità, va valutata la capacità di scorrimento dei tendini facendo un'ecografia dinamica del pollice.