Utente 396XXX
Buongiorno cardiopatico di 47 anni operato nel 2007 per un problema congenito 2011 inserito biventricolare.Fino ad ottbre 2015 tutto ok poi il9e il 18 ottobre 2 cardioversioni per fibrallazione atriali.Aggiunto cordarone alla mia terapia a fine ottobre inizio ad avere tensione toacica e sternale come avere il petto e sterno duri .Per 2 mesi controlli cardiaci mi viene detto che il cuore non provoca quei disturbi.Gli altri 4 mesi ho fatto visita neurologica fisiatra ortopedico reumatologo.chirugo toracico psichiatra.Mi e stato dato la lyrica per 1 mese il muscoril dal neurologo nessun giovamento.Dal psichiatra per 1 mese il sulamid(per somatizzazioni)nulla .Fatto sterno costale negativa scintigrafia ossea negativa.Il problema che ho fatto tutte le strade sono disperato i miei sintomi di torace duro e sterno persistono tutti i giorni solo. Sdraiandomi li sento di meno spero che qualcuno mi possa dare un indicazione a chi provare a rivolgermi grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il percorso seguito da chi l'ha potuta valutare mi sembra razionale e completo.
Le cardioversioni eseguite sono state elettriche o farmacologiche?
Ha fatto un'ecografia cardiaca una volta comparsi i sintomi per escludere una pericardite?
Hanno provato una terapia empirica con FANS (per esempio con Ibuprofene)?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno le cardioversione elettriche ho fatto eco e preso antinfiammatori pultroppo rigidita persiste