breve  
 
Utente 339XXX
Mi e'gia stato diagnosticato l'Avrnt .Ultimamente non ho avuto aritmie preoccupanti,ma il giorno dopo un viaggio,soprattutto,per l affaticamento credo,
ho frequenti senzazioni di mancamento per un paio di secondi,al cuore,che sembrano un po come un aritmia che poi non parta.
[tra qualche gg la mia cardiologa slovacca, mi dira di piu sull ecg effettuato].
Ma segnalo anche che in questi giorni ho provato a effettuare una impegnativa salita in montagna,ed il cuore non ha dato alcun segno di affaticamento,o che.
A fronte di questa validita del cuore sotto sforzo,e'possibile ipotizzare qualche tipo di insufficienza cardiaca reale ,anziche degli impusi nervosi dell Avrnt?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se il suo ecocardiogramma (e non l'ECG) è normale non c'è nulla di cui preoccuparsi. Per la TPSV, se di reale AVNRT si tratta e non di aritmie differenti (e non sempre è semplice differenziarle, soprattutto con un semplice ECG) perché non decide di guarire con una procedura di ablazione ???
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
iL mio''Avrnt mi e'stato rilevato da Holter ,e da Ecg in fase di tachicardia. Questa nube di mini pause del cuore e' ora [dopo qualche giorno]cessata,...
I sintomi della tachicardia si fanno sempre piu incomprensibili ed apparentemente illogici ,di quanto piu ci si porga attenzione.La tachicardia ,che appare,al 90% dei casi per una misera compressione della cassa toracica,allorche si piega la testa verso il basso,mentre si e'seduti,...posso farla smettere immediatamente sdraiandomi
supino,se non basta ,si alzano le ginocchia.
Non mi impensierisce particolarmente.E'lo stato di malessere alla testa che porta a sincope che di piu ifastidisce.Ma il piu grave episodio,in tal senso, risale a 4/5 anni fa',[ pur non svenendo mi diede molto sconforto].
L'ablazione ho sentito troppe opinioni contrarie ,rispetto a quella reputo essere la gravita del mio caso.ma faro'ulteriore indagine nel caso le cose peggiorassero. ringraziando
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per una TPSV l'ablazione è il riferimento assoluto con una percentuale di successo che si avvicina al 100% e in mani esperte senza rischi. Ovviamente dipende da chi fa le cose ....
saluti