Utente 352XXX
Salve a tutti gentilissimi medici sono un po in ansia per un problema alla grande safena....2 mesi fa mi sono accorto di avere la vena gonfia e ho eseguito un ecocolor dop..il medico mi ha detto che la malattia è allo stadio iniziale e che più in là (???) nel caso avessi avuto dei sintomi più importanti avrei potuto usare calze elastiche per alleviarrli e magari molto più in avanti intervenire chirurgicamente...ora sono preoccupato perché ho la vena gonfia,alla sera soprattutto, sensazione di pesantezza della gamba sinistra è noto lievi tortuosità nel cammino della vena(scusate la terminologia poco appropriata)e sono terrorizzato da quanto letto su internet riguardo e trombosi embolie ecc..vorrei sapere: devo rieffettuare l'esame ECD?? Il "più in là" detto dal medico a quanto tempo più o meno si riferisce? Quanto tempo è necessario per il peggioramento del quadro tipo trombosi e cose del genere?..avrei potuto chiederlo al medico che mi Ha effettuato la visita ma preso dalla "positività " dell esito ho preso e sono scappato dallo studio...e ora il pensiero mi assilla...grazie anticipatamente e chiedo scusa per la confusione e per il linguaggio poco appropriato..

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile utente,prescindendo dal l'assunzione di farmaci protettori delle vene e l'uso di norme igienico dietetiche(movimento,posizione,eccesso ponderale etc..)Di fronte ad una safena incontinente e dilatata,l'unico presidio valido e' la calza elastica a compressione graduale la cui prescrizione va fatta con cura dal collega vascolare in base alla visita e all'ecocolor doppler.La contenzione elastica costante può stabilizzare la situazione è consentire un attesa più lunga per un eventuale trattamento chirurgico.Ma saranno i controlli periodici(le cui cadenze dipendono dalle condizioni cliniche dei pazienti)a documentare la validità del trattamento conservativo o la necessità di intervenire chirurgicamente.
Saluti