Utente 414XXX
Buongiorno,
sono un uomo di 70 anni. Da un mese e mezzo prendo il coumadin in quanto mi avevano trovato il sangue denso. Settimana scorsa dopo visita cardiologica e dopo aver appurato che il tutto si era regolarizzato ho fatto una visita cardiologica e successiva cardioversione che mi è stata consigliata.

La cardioversione è stata fatta giovedì 9 giugno e da venerdì 10 giugno sera ho iniziato ad avere le tempie che pulsavano forte.

Sabato 11 giugno mattina sono andato a misurarmi la pressione ed avevo 190/120 e mi hanno consigliato di andare subito al pronto soccorso.

Dopo una visita accurata mi hanno prescritto una pastiglia di ramipril al giorno da 5mg.

La prima mi è stata somministrata sabato sera.

Domenica mattina ho preso la seconda pastiglia. Sembrava che la pressione fosse diminuita (145/85) ma poi dopo un po’ di ore è tornata su livelli di 185/112 cosichè ieri sera la guardia medica mi ha fatto prendere un’altra pastiglia ma anche in quel caso poco ha fatto.

Questa mattina ho chiamato il mio medico di base che mi ha consigliato di prenderne una questa mattina e una questa sera anziché una al giorno come inizialmente prescritto.

Questa mattina dopo che l’ho assunta mi ha portato da 185/112 a 147/85 e poi è risalita a 174/112.

In questo momento ho 153/88 battiti regolari circa 60 in media

Può la cardioversione aver comportato questo aumento repentino della pressione? Premetto che non ho mai avuto problemi in vita mia

E’ normale che nei primi giorni di assunzione della pastiglia si possano manifestare queste difficoltà nell’abbassarla?

Grazie a tutti coloro che mi aiuteranno

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No guardi.
Il problema e' che 5 mg di ramipril sono una dose pediatrica, specie per il suo peso.
Anche perche' il ramipril dura in circolo 12 ore e va assunto almeno ogni 12 ore.
Riconsulti il suo cardiologo per un riassetto della terapia antiipertensiva
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio della celere risposta. Sul foglietto illustrativo avevo visto che parlano massimo di 10 mg 1 volta al giorno. Si può andare anche oltre questa dose?

Potrebbe la cardioversione aver influenzato sulla mia pressione causandomi questa ipertensione non avendo mai sofferto di questo problema in precedenza?

Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No semmai il contrario...e' la ipertensione che aumentando la pressione atriale sinistra facilita la f.a.
Pertanto la sua ipertensione va trattat efficacemente e non con dosi pediatriche di un ACE inibitore.

Il suo cardiologo sapra' sicuramente sistemarle la terapia

cecchini