Utente 415XXX
Gent.mi dottori,
quattro giorni fa mi sono svegliato con un dolore abbastanza forte al pollice, soprattutto nei movimenti di estensione e torsione.
Istintivamente ho subito messo del ghiaccio ed il dolore si è attenuato.
Dopo quattro giorni posso dire che il dolore è passato del tutto: si presenta lievissimamente solo in alcuni movimenti (comunque innaturali) e se applico una forte digitopressione sull'articolazione metacarpo-falangea.
Il problema, e di qui la mia richiesta di consulto, è che la struttura ossea in corrispondenza dell'articolazione metacarpo-falangea appare notevolmente ingrossata e molto più sporgente verso l'esterno rispetto a quella dell'altra mano. Aggiungo che non c'è livido, nè ad occhio nè al tatto, è proprio la parte ossea che... o si è spostata verso l'esterno... o si è ingrossata (!?!?).
Nei limiti del consulto online, cosa può essere e come devo comportarmi?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la cosa più ovvia....farsi visitare da un chirurgo della mano.

L'ipotesi più probabile è che possa trattarsi di una teno-sinovite stenosante del flessore lungo del pollice (una specie di tendinite), ma tale ipotesi va confermata clinicamente.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dottore,
ció che mi sorprende é che non é presente alcun gonfiore da livido/versamento/infiammazione, il dolore é ormai del tutto assente, mentre é proprio l'osso che si é fatto piú grosso e piú sporgente verso l'esterno.
Prenoteró una visita specialistica.
La ringrazio per la celeritá della risposta,

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La sporgenza da lei notata, molto probabilmente, non è osso, ma un ispessimento della puleggia dei tendini.