Utente 416XXX
salve, sono un ragazzo di 27 e da alcuni giorni ho notato la presenza di piccole macchie di sangue nello sperma. ho rapporti sessuali con la mia partner una volta a settimana e in altri giorni pratico autoerotismo. premetto che non ho dolori ne bruciori particolari. solo durante l'ultima masturbazione ho accusato un leggero dolore al basso ventre, lato destro. durante il giorno urino spesso ma senza mai accusare bruciore o dolore. inoltre pratico molta attività sportiva ( circa 5 volte a settimana). Inoltre volevo informarvi che sono un soggetto abbastanza ansioso e mi lascio particolarmente suggestionare dinnanzi a simili episodi. E la prima volta che mi succede, cosa posso fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'emospermia é spesso testimone di uno stato flogistico delle vie seminali (prostata,vescicole seminali e ghiandole bulbouretrali) che va diagnosticato e curato.Condulti un esperto andrologo e ne segua i consigli,evitando di sottovalutare il problema.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Dottor Izzo la ringrazio per la sua tempestiva risposta. domanttina contatterò subito l'andrologo per una visita.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Gentili dottori sono stato dall'andrologo che mi ha diagnosticato infiammazione ai testicoli ed alla prostata. mi ha prescritto CEFAMEZIN intramuscolare 2 volta al dì per 6 giorni e TOPSTER supposte per 10 giorni. siccome sono un soggetto allergico e ho delle controindicazioni del CEFAMEZIN non potrei sostituire le iniezioni con del CIPROXIN COMPRESSE?
[#4] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Dovrebbe ricontattare il suo urologo, riferirlo la sua allergia e valutare quale sia l'antibiotico più appropriato. Cordiali saluti