Utente 416XXX
Buonasera, circa due mesi fa mi sono procurata una ferita da taglio sul dito indice mentre spezzavo una fialetta di vetro per aprirla; tale ferita si trovava sull'articolazione tra la falange prossimale e quella mediana. Inizialmente ho solo fermato il sangue e medicato, successivamente mi era stato detto che la ferita si era infettata, perciò ho continuato a medicare con tintura di iodio e connettivina poiché la ferita era lenta a rimarginarsi vista la sede. In seguito da quando la ferita si è rimarginata non riesco più a piegare del tutto il dito, sento come "tirare" dall'interno e dove ho procurato la ferita, dall'esterno, si vede un "piccolo bozzo" che sporge, come se stesse sopra l'articolazione. Tale incapacità mi limita in molti momenti, specialmente quando mi capita di dover fare cose all'improvviso, in tali casi mi procuro molto dolore. Vorrei gentilmente sapere cosa dovrei fare, se passerà senza dover fare alcunché, se dovrei rivolgermi a qualcuno o se possa bastare che faccia qualcosa io. Nel ringraziarvi anticipatamente, attendo una vostra risposta. Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
È necessario eseguire una ecografia per valutare se ci sono piccoli corpi estranei o lesioni parziali dei tendini o semplicemente tessuto fibrocicatriziale in eccesso per scoprirne la causa. Il trattamento sarà consequenziale ai reperti diagnostici.
[#2] dopo  
Utente 416XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la tempestiva e chiara risposta. Agirò come mi ha consigliato. Saluti.