Utente 106XXX
Gent.mi Dottori,

mi è successo sabato notte (circa le 2.30) di avere un rapporto completo protetto. Domenica mattina mi sono svegliato (le 10.30 circa) e ho trovato delle piccole macchioline sulla punta del glande: dimenioni di circa 1 mm di diametro forma non proprio circolare, color vino, non rilevabili al tatto (nel senso che passando con il dito on si rilevava nulla). Nessun prurito, nessun altra stranezza sul pene o in prossimità o sul resto del corpo, nessun problema a urinare (regolare con la stessa frequenza di sembre) e nessun dolore o fastidio di nessun genere.
Ora (mercoledì) le macchioline si sono attenuate, non sono più chiaramente distinguibili sono più piccole e più "indefinite" sembrano più delle macchie di sporco che altro.
Poichè sono sicuro di aver avuto un rapporto protetto al 100% e poichè mi sembra strano di aver contratto una malattia venerea di qualunque genere che si manifesta in 8 ore e che però non provoca nessun altro sintomo (prurito dolore o fastidio) vorrei sapere di cosa potrebbe trattarsi e cosa devo fare. Io andrò dal dermatologo tra circa 10 giorni (e spero non ce ne sia più bisogno), ma l'unica idea che mi sono fatto a riguardo (anche se può apparire "strana") è che si tratti di minuscoli ematomi che mi sono procurato durante il rapporto, (sulla punta del glande quindi in penetrazione e"in prima linea") è l'idea che mi sono fatto dopo un primo attimo di spavento, dovuta anche al fatto che la situazione attuale sembra proprio quella di un ematoma che si riassorbe. E' possibile avere un ematoma sul glande? e può essere questo un caso del genere?
Vi ringrazio sentitamente per il vostro parere.
Grazie
A.G.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Potrebbe trattarsi di ecchimosi e' un ipotesi probabile.
saluti