Utente 863XXX
sono un uomo di 48 anni,operato di prostectomia radicale per tumore 3 anni fa. erezione ce ma non soddisfacente per un buona penetrazione.Sono arrivato alla decisione di impiantare una protesi peniena.So ke esistono qulle tricomponente dove l impianto è più complicato e quelle bicomponenti dove è più semplice.Io naturalmente opterei per le seconde.Vorrei sapere da qualke dott esperto in protesi se è sicuro ke inserendo tali protesi LA BIOCOMPONENTE mi rimane la mia erezione complementare per avere una circonferenza normale, oppure questo dato, erezione, non è possibile stabilirlo prima.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, le protesi tricomponenti danno in assoluto i migliori risultati funzionali. Ce ne sono di diversi tipi. L' impianto delle bicomponenti è poco meno complicato.
Si affidi ad un espèrto collega, che entrambi gli interventi hanno protocolli di esecuzione rigidi e precisi.
[#2] dopo  
Utente 863XXX

Iscritto dal 2008
volevo ringraziare il dott cavallini nel rispondermi tempestiamente.