Utente 143XXX
Buongiorno

Ho due domande da porre dopo che due visite con andrologi mi hanno dato risposte completamente opposte

Nel 2007 mi sono operato di frenuloplastica a seguito di lacerazione del frenulo che mi provocava dolori. Dopo intervento la mia vita sessuale è ripresa senza problemi se escludo il sesso orale in quanto a volte mi infastidisce per ipersensibilitá

Ho notato che il pene da flaccido si scopre senza problemi in erezione non lo fa naturalmente ma se lo scopro io con la mano si scopre e resta scoperto anche se la pelle tende a risalire ma comunque non a ricoprire il glande

Ho voluto quindi fare una visita di controllo due mesi fa, il responso della prima visita è stato di circoncidermi,

dato che avevo trovato la visita frettolosa ho preferito un secondo consulto andando da uno specialista consigliatomi dal mio medico di base, la cui diagnosi é di non circoncidermi in quanto la fimosi é molto lieve e si presenta solo una cicatrice biancastra dopo operazione (durante visita mi dice che se avesse fatto lui frenuloplastica avrebbe fatto incisione un po più lunga)

Questo secondo medico mi consiglia di prendere per un mese pomata chiamata Beben che dovrebbe elasticcizare la pelle e in caso di scoprire il pene con la mano in erezione per evitare operazione visto la lieve fimosi

A distanza di circa 15 giorni ho visto certo dei miglioramenti e continuo con applicazione costante della pomata ma comunque in erezione lo devo scoprire io con la mano

Ora le due domande

1) é veramente consigliabile non operarmi dato che ho rapporti sessuali soddisfacenti (se si esclude maggiore sensibilitá durante sesso orale, il secondo medico mi ha detto che è normalitá dopo frenuloplastica) e che comunque con la mano riesco a scoprire il glande? In quanto la diagnosi sarebbe contrastante con la prima e si risolverebbe con solo pomata e scoprendo il glande manualmente

2) la seconda domanda è scollegata per certi sensi ma comunque mi interessa. Sia prima che dopo la frenuloplastica al raggiungimento del piacere la fuoriuscita del liquido seminale è completa ma a "caduta" in pratica non schizza, è un problema ? E la circoncisione permetterebbe un espulsione con più pressione?

Vi ringrazio per attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,senza poter vedere,sposerei la strategia del collega che non ritiene vantaggioso il ricorso alla circoncisione,vista la relativa facilità nella evaginazione del prepuzio sul glande in erezione,migliorato da terapie locali.Quanto al getto eiaculatorio,non credo che lo stesso migliorerà dopo un'eventuale circoncisione.Va da se che il giudizio di uno specialista reale sia prioritario.Cordialità.