Utente 151XXX
Buongiorno. Mi riferisco a quesito del 26.04.2013 che trovò risposta dal Dott. Mariano Rillo. Maschio 68 anni 1,92 x 110 kg, sono in terapia dal 2013 per ipertensione arteriosa di grado lieve (confermata anche da monitoraggio dinamico non invasivo) con Plaunac 20 ridotta poi nel 2015 a 10mg. Lo scorso 5 luglio sono stato operato di protesi all’anca, e nel decorso post operatorio è stato constatato un lieve incremento dei parametri di funzionalità renale (creatinina 1,40, azotemia 60) per cui sono stato sottoposto a terapia diuretica (Lasix). Alla dimissione mi è stato prescritto enoxaparina 4000 fino al 10 agosto e abbondante idratazione per os. Lo scorso mercoledì nelle prime ore del mattino ho assunto anche sildenafil 100. In tarda mattinata ho constatato un progressivo indebolimento per cui, vista anche la necessità di muovermi solamente con stampelle, mi sono disteso con le gambe in alto e ho controllato la pressione che è man mano scesa fino al minimo riscontrato di 87/43 con 69 battiti. Ho evitato di mangiare e ho solo bevuto molta acqua. Nel corso della giornata la pressione è poi risalita fino a 105/60. Al mattino successivo ho evitato di assumere Plaunac e ora la pressione si è praticamente stabilizzata su questo valore tranne al mattino presto quando riscontro valori di circa 130/70. Vorrei sapere se quanto mi è successo è correlato all’inopportuna assunzione di saldanafil o se comunque sia frutto dell’azione dell’eparina in concomitanza con il Plaunac 10 nell’organismo già sottoposto a terapia diuretica. In sostanza, è consigliabile continuare con Plaunac con i predetti valori pressori?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Direi che il Plaunac, come tutti i sartani, non sia certo il farmaco di scelta in chi ha presentato problemi renali( creatinina1,40, azotemia , 60 mg/dl) e mi sorprende che lei sia stato trattato con il Lasix, avendo una "insufficienza renale prerenale" che si cura con l'eliminazione di farmaci nefrotossici quali i sartina e lo stesso Lasix.
Detto questo l episodi che lei segnala e' legato alla vasodilatazione indotta da sildenafil (tra l'altro 100 mg...) in un paziente disidratato...quindi ...vuoto, come diciamo noi.
La furosemide ha colpito ancora, e come vedo, nonostante sia controindicata nell'ipertensione arteriosa c'e' ancora chi la prescrive.

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno e grazie per la risposta.
In effetti le Sue perplessità in merito al Lasix mi erano già state espresse dalla moglie del mio compagno di stanza, cardiologa, che neppure troppo velatamente mi aveva confessato che nella mia situazione non avrebbe mai prescritto Lasix. Per quanto riguarda il sildenafil che riconosco di aver assunto del tutto inopportunamente, faccio presente di essere già stato oggetto di prostatectomia radicale e un dosaggio inferiore a 100 mg non da alcun risultato. Mi permetta però di ritornare sul mio dubbio attuale: va bene Plaunac 10 in concomitanza con eparina (che devo cessare il 10 agosto) e chiedo se è il caso, qualora in futuro assumessi ancora sildenafil, di omettere per quel giorno il Plaunac.
Grazie nuovamente.
P.S. nel frattempo ho già avviato le procedura per verificare con il relativo specialista la funzionalità renale.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La eparina la puo e la de e continuare ad assumere.
iompenso che il problema sia stato il Lasix, ad ogni modo puo eventualmente posticipare il Plaunac il gikr o che assumera ik sildenafil.
si ricordi di bere almeno du litri di acqua al di
arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo e molto chiaro. Grazie nuovamente