Utente 418XXX
Buonasera. Sono una ragazza di 22 anni; vi scrivo in merito a un episodio che si verifica da mesi in maniera sporadica, ma che stasera mi ha colpita emotivamente in maniera più potente. Permetto che sono una persona ansiosa, di sera fatico ad addormentarmi a causa della paura di avere un attacco d'ansia, a volte non dormo proprio per attacchi di questo genere. Avverto a volte chiaramente le palpitazioni del mio cuore, e siccome mi capita di sentire la tachicardia, poco tempo fa ho fatto un ECG dall'esito regolarissimo.
Ciò che mi turba è questa sensazione di perdere un battito, una cosa incontrollata, che dura pochi secondi, ma che mi fa pensare di morire sul colpo. Ad esempio, questa sera ero in procinto di addormentarmi, quando ho sentito il noto singulto nel petto, che però non è cessato immediatamente ed è stato accompagnato da una sensazione di perdita di coscienza. Dopo lo spavento mi sono ripresa, e poco dopo un'altra extrasistole, più sopportabile, e un'altra ancora. Avverto le extrasistoli abbastanza spesso, anche se in certi periodi più di altri. Questa cosa mi impedisce di dormire perché non posso fare a meno di pensare che ognuna di queste manifestazioni potrebbe essere fatale. Sono molto turbata da questi eventi incontrollati, non vado mai a letto serena per paura di avere qualche problema cardiaco e ora mi chiedo se veramente possa io avere qualcosa che non va.
Ringraziandovi anticipatamente,
Nella speranza che possiate rassicurarmi circa le mie condizioni,
Vi porgo cordiali salutii

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile Signorina,
quello che lei descrive e' solamanet la presenza di qualche extrasistole banale, alla quale segue fisiologicamente una pausa di compenso, come abbiamo tutti.
Non rischia di morire.
Piuttosto la sua ansia, dal momento che la sua qualita' di vita, incluso il sonno, e' turbata, va inquadrata e probabilmente trattata da un collega psicologo o psichiatra.

Ne parli con il suo Medico

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio molto, Dottore. Infatti, sono seguita da uno psicologo da qualche tempo e sto tentando di risolvere il problema di ansia.
Le auguro una serena serata, ringraziandola ancora.