Utente 421XXX
Salve! Mia mamma ha sessantanove anni ed è stata da sempre una donna molto attiva. Circa 4 mesi fa svenne dopo essere tornata da fare la spesa e subito portata in ospedale con l'ambulanza. Si è ripresa e sono stati fatti ulteriori accertamenti da cui era emerso che era affetta da PLEURITE UMIDA. Prima di continuare voglio solo dire che prima di allora mia madre assumeva solo una capsula per la pressione e 30 anni prima le era stato diagnosticato un ridotto funzionamento della branca sinistra. ( tutti i fratelli hanno avuto almeno un infarto ed il papà è morto a 52 anni per infarto improvviso mentre la madre a 91 di "vecchiaia"). Successivamente sono comparse aritmie cardiache tra cui FIBRILLAZIONE ATRIALE, e nessuno dei 3 cardiologi interpellati ha pensato che si trattasse del cuore e che potessero esserci serie conseguenze. Basti pensare che si era ipotizzata la presenza di una massa tumorale e un cardiologo diceva che si trattava di ERNIA IATALE (di cui soffre in maniera lieve). Mentre si curava per la pleurite, un giorno è svenuta e non riusciva a riprendersi. é stato chiamato il 118 e mentre la mettevano sulla barella ha avuto un arresto cardiaco, ma in meno di 15 secondi con solo un massaggio cardiaco si è ripresa. Ha avuto al pronto soccorso una crisi respiratoria ed è stata in rianimazione per 3 giorni, poi trasferita in reparto e dopo 6 giorni tornò a casa. Le è stato impiantato un paece maker che a detta del cardiologo "ancora non è entrato in funzione". Ha effettuato diversi esami: coronarografia (da cui non è emerso niente), un ecografia per vedere il liquido che si trovava nei pressi dei polmoni e del cuore (era quasi del tutto sparito) ed un esame alla tiroide ( sono emersi tre piccoli noduli benigni). Soffre di insufficienza mitralica lieve/ moderata e insufficienza aortica lieve. Lei ha ripreso la vita normale continuando ad avere una vita attiva, ovviamente con le dovute precauzioni e non affaticandosi troppo. Va in bici percorrendo anche 3/4 km, va a piedi al supermercato che dista poco e in chiesa, fa i lavori domestici aiutata da una donna che va una volta alla settimana, coltiva i suoi fiori,si prende cura dei suoi animali domestici e accudisce mio padre che non è nel massimo della forma. In vacanza per andare al mare ha sceso e salito circa 100 gradini non affaticandosi molto.Purtroppo però è un po' impaurita, pensa che anche un mal di testa possa essere dovuto al cuore, ma la situazione è gestibile. La sua pressione è piuttosto stabile 110/120 (massima) 60/70 la minima. é alta 155 cm e pesa 80 kili. é in sovrappeso ma sta seguendo una dieta e ha già perso 9 kili in tre mesi. Assume giornalmente: spironolattone, bisoprololo e aldactone. Oltre a ciò non soffre di niente se non di ernia iatale, cervicale e artrosi. Ora pongo i miei quesiti. Quali sono le aspettative di vita di mia madre? Si può dire che con il paece maker abbia risolto il suo problema? Quali sono i consigli che mi date? Vi ringrazio tanto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
se si é ripresa con solo il massaggio cardiaco senza defibrillazione non ha avuto un arresto cardiaco da fibrillazione ventricolare.
per cio he riguarda l aspettativa di vita la risposta é impossibile, non solo perxhe non homdati relativi alla ecografia cardiaca , alla funzione renale.
Mi pare che la signora riesca a condurre una vita normale
l importante é escludere chs la paziente abbia piu crisi di fibrillazione atriale, dal momento che nella terapia che lei ha indicato non é presente un anticoagulante orale.

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio tantissimo per le informazioni che mi ha dato. Per quanto riguarda l'ecocardiografia, sono emerse solttanto le insufficienze lievi/moderate della valvola mitrale ed aortica ed anche il ridotto funzionamento della branca sinistra. Per quanto riguarda la funzione renale, tutto sembra essere normale. La ringrazio anticipatamente sperando di averle fornito tutti i dati per i miei quesiti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non vedo pertanto motivo di preoccupazione
Arrivederci

Cecchini
[#4] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per le risposte. La mia è una preoccupazione, o meglio paura di perderla. Era per questo che chiedevo le speranze di vita e se il paece maker risolveva tutto. Infatti, proprio perché la mia nonna è stata abbastanza longeva,91 anni,è possibile che malgrado questi problemi mia madre possa avere la sua stessa longevità?La ringrazio tanto ancora. La prego di capire la mia preoccupazione.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non sono in grado di darle una risposta plausibile
Quello che conta è la qualità di vita.
La durata ha un valore del tutto relativo e spesso egoistico da parte dei figli.
Ma
Questa è una opinione personale
La saluto

Cecchini