Utente 423XXX
Salve,
Ho riscontrato un linfonodo inguinale dolente un paio di giorni fa (oggi già meno dolente). Fatta subito eco il cui referto è L'ESAME ECOGRAFICO HA RISCONTRATO IN CORRISPONDENZA DELLA TUMEFAZIONE PALPABILE, UNA NODULAZIONE LINFONODALE DI MORFOLOGIA TONDEGGIANTE, IPOECOGENA E CON SCARSA RAPPRESENTAZIONE DEGLI ECHI ILARI, CHE MISURA 18x14 MM DI DIAMETRO E MOSTRA UN SEGNALE VASCOLARE CENTRALE (IR A LIVELLO DEL POLO VASCOLARE ARTERIOSO: 0.5). SI CONSIGLIA INTEGRAZIONE CON EMOCROMO E AGO ADPIRATO. SI RILEVANO ALCUNE ALTRE NODULAZIONI LINFONODALI DI MORFOLOGIA OVALARE, IPOECOGENE E CON ECHI ILARI BEN RAPPRESENTATI, IL MAGGIORE DEI QUALI MISURA 18 mm DI DIAMETRO.
Mi sono molto molto spaventata, fatta subito emocromo che mi hanno riferito essere perfetto e di fare una cura con antinfiammatorio e antibiotico, E SOLO POI eventualmente fare ago aspirato, trattandosi probabilmente di infiammazione (ho avuto in zona un grande brufolo pochi giorni prima).
Il dottore che ha eseguito l'ecografia però era perplesso per il carattere di linfonodo destrutturato.. Mi ha detto che nella peggiore delle ipotesi, dalla natura del linfonodo, non sarebbe una metastasi ma eventualmente riconducibile a qualcosa di ematologico (linfoma o leucemia..). Ho davvero paura.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Un linfonodo che abbia perso le sue caratteristiche anatomico - ecografiche, che sia rotondeggiante e in cui gli echi ilari sono scarsamente visibilii, è un linfonodo che giustamente va segnalato.
Poichè lei ha riferito la circostanza del foruncolo nelle vicinaze e della iniziale dolorabilità, si può provare con un breve ciclo di antiinfiammatori, evitando di toccarlo in continuazione.
Se dovesse persistere o aumentare di volume, senza panico, ci si recherà all'Ematologo per sentire il suo parere ed eventualmente bioptizzarlo.
La diagnosi di linfoma non si fa con un emocromo: ci sono forme insidiose o iniziali che non ne provocano l'alterazione.
Ci sono altri esami ematochimici da aggiungere per rafforzare il sospetto, ma la diagnosi definitiva si fa con la biopsia.
Faccia sapere se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille.. Speriamo bene.
[#3] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Ah dimenticavo.. Sentivo che avevano aggiunto all'emocromo anche un altro esame LDH (non ricordo bene la sigla perché ho eseguito in ospedale e non mi hanno lasciato i referti). Credo anche quello sia risultato buono perché mi hanno detto che era tutto perfetto. Non so se potrebbe essere indicativo di qualcosa o tranquillizzarmi.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
LDH non si altera in un linfoma iniziale.
Perchè piuttosto non le hanno fatto una VES e altri indici di flogosi, e una Beta 2 microglobulina?
Stia a sentire: segua, se vuole i consigli in #1.
E se vuole mi tenga informato.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#5] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Aggiungo.. Chiedo scusa mi vengono in mente una alla volta.. Mi sono fatta controllare ecograficamente anche la milza ed era perfetta ha detto 9 cm. Potrebbe anche questo tranquillizzare?
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Una milza di mormali dimensioni è presente anch'essa nelle fasi iniziali di un linfoma che inizia in un linfonodo per estendersi successivamente per via linfatica ed ematica.
Se vi è sovversione strutturale davvero, io al suo posto avrei già contattato un ematologo esperto e preparato.
Perchè non è improbabile che tutto si risolva in una bolla di sapone.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Ho prenotato ago aspirato tra una settimana, era il primo giorno utile. Nel frattempo faccio un po' di terapia con antibiotico e antinfiammatorio. Non credo di riuscire ad avere un appuntamento con ematologo prima.
Che esami del sangue eventualmente consiglia?
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Glieli consiglierà l'Ematologo.
Ottima idea la terapia con antibiotico e FANS.
Mi tenga aggiornato se vuole.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille.
Un caro saluto a lei, sicuramente la terrò informato.
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ricambio il saluto.
Dr Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,

Dopo due tre giorni di terapia antinfiammatoria ed antibiotica trovo molto molto sgonfiato il linfonodo, lo trova un segnale positivo vero?
Lunedì ripeto controllo ecografico, speriamo bene in modo da evitare anche ago aspirato.
Grazie mille e una buona giornata.
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Certo che è un reperto molto incoraggiante!
Le suggerisco un altro ecografista per avere un secondo parere: non sempre quello che viene refertato è oro colato.
Aspetto notizie, se vuole.
Buona giornata.
Dott. Caldarola.
[#13] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore! Allora dopo terapia è un po' di giorni ho ripetuto ecografia e mi è stato detto che la situazione sta rientrando ed il linfonodo tornato quasi normale. Che sospiro di sollievo! Ringrazio molto anche lei per la sua disponibilità e gentilezza.
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!

Cari saluti,
Dott. Caldarola.