Linfoadenomegalia laterocervicale bilaterale reattiva

Buongiorno,
sono una donna di 26 anni e un paio di mesi fa ho avuto una brutta tosse con una copiosa produzione di catarro e ho iniziato ad avvertire un linfonodo gonfio sul collo, in basso a destra, che non si è ancora sgonfiato.
Il Medico di Famiglia mi ha consigliato gli esami del sangue, che sono risultati tutti nella norma, e un'ecografia da cui è risultata una linfoadenomegalia laterocervicale bilaterale reattiva e il linfonodo che riesco a sentire al tatto è risultato di 1,11 cm.
La specialista Endocrinologa mi ha tranquillizzata dicendomi che non è un'alterazione patologica e che si potrebbe trattare di un'infiammazione.
Inoltre, ho da una settimana un raffreddore non troppo fastidioso e i muscoli della nuca, del collo e delle spalle rigidi e dolenti, ma in via di guarigione.
Sicuramente farò altri accertamenti dentistici e otorinolaringoiatrici, ma intanto vorrei capire bene come funzionano questi linfonodi.

I miei dubbi sono:
è possibile che i linfonodi (quello più grande in particolare) rimangano gonfi per così tanto tempo?
questo gonfiore può essere la spia, in realtà, di una malattia infettiva importante?

Grazie in anticipo per la risposta.
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Intanto dai dati che riporta le dimensioni del linfonodo che lei palpa e la sua ecostruttura non sono per nulla allarmanti.
Ciò associato agli esami ematochimici che lei riferisce essere nella norma deve essere motivo di tranquillità.
Per certezza, se non l'ha fatto, valuti la sua situazione immunologica contro la Mononucleosi ( Anti EBNA - anti VCA IgM+IgG ed Early Antigen) contro il CMV (Anti CMV IgG+IgM) e contro il Toxoplasma (anti Toxo. IgG+IgM).
Ne parli con il curante.
Faccia pure sapere se vuole.
Cordialità.
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la celere risposta.
Ne parlerò con il Medico e le farò sicuramente sapere, ma, giusto per essere un po' più tranquilla prima dei test immunologici, vorrei sapere se devo preoccuparmi di avere qualche virus, nonostante l'emocromo risulti assolutamente nella norma.
Vorrei anche dirLe che io soffro di disturbo d'ansia generalizzato e attacchi di panico e sovente è questa la causa della rigidità e del malessere muscolare.

Non so se sto facendo confusione ma grazie ancora per l'attenzione.
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
"Per certezza, se non l'ha fatto, valuti la sua situazione immunologica contro la Mononucleosi ( Anti EBNA - anti VCA IgM+IgG ed Early Antigen) contro il CMV (Anti CMV IgG+IgM) e contro il Toxoplasma (anti Toxo. IgG+IgM).
Ne parli con il curante."
Questi sono i virus che possono dare la linfoadenomegalia e che vanno testati.
Un emocromo nella norma è tranquillizzante ed è buona cosa ma se lei ha avuto la mononucleosi in forma subclinica un mese fa le rimane l'astenia, qualche linfonodo ma l'emocromo torna alla norma.
In ogni caso non c'è nulla che io sospetti di allarmante.
La invito piuttosto a fare gestire il suo DAP da uno psichiatra esperto e onesto, con farmaci di sicura efficacia e senza particolari effetti collaterali, perchè diversamnente la sua qualità di vita in una età così giovane diventerà molto scadente.
Mi faccia pure sapere se vuole.
Buona domenica,
Dr Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore, per la celerità e le rassicurazioni.

La terrò aggiornata.

Buona domenica a Lei.
Cordiali saluti.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa