Linfonodo inguine?

Buongiorno, da alcuni anni a questa parte ho notato la presenza di una specie di "noccetto" in zona inguinale sinistra (immaginando di scendere in linea retta dalla base del pene verso l'interno coscia, circa a 2/3 di percorso). Mi sembra di aver capito che si tratta di zona di linfonodi, correggetemi se sbaglio. Questo piccolo rigonfiamento ha una lunghezza di circa 1/1,5 cm, e nel corso del tempo (ripeto, svariati anni), non mi sembra sia stato oggetto di variazioni (nel senso che, da che ricordo, è stato sempre così, non si è ingrossato né è rimpicciolito). Generalmente non mi dà alcun tipo di fastidio, se non ci passassi il dito neanche saprei che c'è. Potrebbe essere dovuto al fatto che quella zona è spesso stata sede di pressione durante rapporti intimi e, col tempo, si sia cronicizzato?
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
un linfonodo di piccole dimensioni che resta invariato per anni, stia pur tranquillo che non è un tumore!
E' probabile che sia la conseguenza di una vecchia infiammazione a cui ha fatto seguito la fibrosi del linfonodo che pertanto rimarrà per sempre in quella sede e di quelle dimensioni.
Se proprio ha voglia di perdere tempo faccia una ecografia.
Io al suo posto non ci penserei più, continuerei a fare sesso senza pensare al linfonodo e soprattutto eviterei di toccarlo.
In ogni caso starei tranquillo.
Se le porta conforto sotto le ascelle ho dei linfonodi ormai fibrotici, delle dimensioni di ca. 1 cm ca da almeno 20 anni.
E come vede sono ancora vivo.
Stia tranquillo anche lei per il suo.
Cari saluti,
Dott. Cadarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Ok, la ringrazio molto per la disponibilità!
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Di nulla!
Arrivederci,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, torno su questo consulto perché da qualche tempo il "noccetto" è aumentato di dimensioni e stasera mi sono accorto che nella parte più bassa della sua superficie la pelle è anche arrossata... a cosa potrebbe essere dovuto? È il caso di effettuare una visita specialistica? Ed eventualmente con quale tipo di specialista?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa