Utente
Salve, due giorni fa ho notato la presenza di un linfonodo dolente e arrossato di circa 2cm all'inguine e poco dopo, proprio sopra il linfonodo, si è presentato un brufolo, cresciuto nel giro di poche ore. Purtroppo non mi è stato possibile andare dal medico, ma ho cercato nel frattempo di "curare" lavando la zona con sapone antibatterico, tamponando il brufolo con un po' di alcool e ponendo su di esso un cerotto sia per evitare che scoppiasse, sia per diminuire il dolore per sfregamento, vista la zona delicata. Tuttavia oggi il brufolo è scoppiato ed è fuoriuscito molto liquido giallastro misto a un poco di sangue. Mi chiedevo quindi se il brufolo e il linfonodo fossero correlati e che cosa posso fare mentre aspetto la visita medica.
Aggiungo ulteriori informazioni che potrebbero servire: meno di una settimana fa ho eseguito una rasatura dell'inguine abbastanza frettolosa e non ho fatto caso ad eventuali tagli, inoltre in questi giorni ho avuto il ciclo mestruale e dal momento che soffro di anemia sono stata molto debole (quasi al punto di svenire).
Grazie per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
stia tranquilla perchè il linfonodo sicuramente è reattivo al foruncolo di cui ha parlato.
Per quest'ultimo, se è maturato e scoppiato spontaneamente, può applicare una pomata antibiotica e coprire la parte con una garzina.
Verifichi che in seguito alla rasatura dell'inguine non si siano formati peli incarniti o altre follicoliti.

E' invece molto importante che lei esegua un emocromo per valutare la sua anemia e una sideremia e ferritinemia per verificare se l'Hb sia molto bassa e il ferro di deposito (la ferritina) anche.
In tal caso si impone una terapia marziale che potrà essere assunta per bocca, se Lei tollera il Solfato o il Gluconato di ferro a livello gastro - intestinale, o facendo un carico di ferro per via EV.
Parli di tutto questo con il curante e se vuole mi aggiorni pure.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola