Utente
Buonasera non so se sto scrivendo nella sezione giusta. Sono una ragazza di 23 anni tutto è iniziato il 24 agosto circa ero in kenya avevo un forte raffreddore e mal di gola e un Po di tosse. una mattina tossendo ho notato sangue nel catarro ed ho deciso di chiamare un medico il quale mi ha visitata e riscontrato una tracheo-bronchite e mi ha prescritto 5 giorni di augmentin ogni 12 ore,motivando il sangue con la probabile rottura di un capillare. Le cose sembravano essere migliorate al termine dell antibiotico. Tornata a Roma ho iniziato ad avvertire qualcosa in gola che non riuscivo ne a deglutire ne tanto meno a espellere , e forti vampate di calore come se avessi febbre e forti mal di testa. Sono andata di nuovo dal medico e mi ha riscontrato una sinusite frontale e mascellare con catarro tubolare ma gola tutto ok, mi ha prescritto 10 gg di rocefin e aerosol con fluibron e clenil a. La situazione non è migliorata AnZi avverto un disgusto in bocca e la colorazione della lingua è giallastra,è rimasta la sensazione di cibo in gola o quel che sia. Oggi sono al 5 giorno di rocefin e inizio ad avvertire dolore al basso ventre zona milza/fegato potrebbero essere i troppi antibiotici? Cosa mi consigliate ? Grazie mille spero di essere stata chiara

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La sensazione di corpo estraneo in gola, precisamente nella parte bassa del faringe, è legata alla iperemia e all'ingrossamneto reattivo di uno o più follicoli linfatici e più lei raschia più accentua l'infiammazione.
La lingua gialla va vista per capire esattamente dic he cosa si tratti, ma tenga presente che anche se assuma un colore giallo - nerastro è una conseguenza della terapia antibiotica che scompare quando la stessa viene sospesa.
I dolori addominali che riferisce molto probabilmente sono determinati da una disbiosi legata agli antibiotici con accumulo di aria nella flessura splenica e in quella epatica del colon: dunque i dolori sono a genesi colica e non epatica o splenica.
E' sufficiente una percussione addominale e una palpazione per stabilirlo. assuma dei probiotici.
Diagnosticare una sinusite e una tubarite con i mezzi della semeiotica classica (transilluminazione, pressione sui punti grilletto) può essere utile ma chi sa farlo ormai si conta sulle dita della mano: non sempre ad un soppracciglio dolorante corrisponde una sinusite frontale.
Perciò, anche in considerazione che è al quinto giorno di terapia antibiotica e aerosolica senza nessun risultato, vada da un ORL valido che ha i mezzi per verificare rapidamente ed in modo indolore se effettivamente ci sia una sinusite e una tubarite dandole la terapia antibiotica più appropriata: il Cefriaxone è ormai la panacea di tutti i mali ma proprio per questo sta diventando un arco senza più frecce.
Mi faccia pure saperere, se le fa piacere.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta .sto cercando di fissare un appuntamento dall otorino per capire meglio....purtroppo sono anni che per qualunque problema ,pur cambiando medico, mi viene prescritto il rocefin è la seconda volta nel giro di pochi mesi. Spero di risolvere questa situazione al più presto perché questa sensazione in gola è molto fastidiosa e vedo che non migliora con il passare dei giorni. Cosa mi consiglia nel frattempo per alleviare la "sintomatologia"?

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Dei banali antiinfiammatori che potrà prescriverle il Curante.
Di non raschiare più.
E di avere pazienza: la sintomatologia è nevrotizzante ma non pericolosa.
Saluti e buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola