Utente 403XXX
Buongiorno a tutti, di seguito la mia richiesta per un consulto. Vi ringrazio in anticipo per il tempo dedicato.
Gennaio 2016: intervento alla mandibola.
Luglio 2016: diagnosticata nevralgia trigeminale/glossofaringea/occipitale.
Oltre a questi inconvenienti, adesso mi ritrovo in ospedale causa valori anomali transaminasi molto alti (attualmente oscillano tra 800 e 1000). Premetto che ad oggi non prendo più farmaci ormai da un mese per attenuare il dolore neuropatico (eccezionalmente assumo tramadolo in gocce su consiglio del terapista del dolore il quale, insieme al tossicologo, non ritiene incida particolarmente sul fegato), quindi la causa dei valori anomali, a detta dei medici, non è imputabile ad esso.
Inoltre, quando sono stato dimesso la scorsa volta dall' ospedale il 2 agosto (ricoverato per trattare il dolore nevralgico) le mie transaminasi erano 600 ed il motivo sembrava essere dovuto ai numerosi farmaci somministrati durante la seconda ospedalizzazione per trattare il dolore.
24 agosto, le mie transaminasi sembrano essere in discesa (425) .
Situazione attuale:
Transaminasi che oscillano tra 800 e 1000.
Riscontrata ipervitaminosi causa surplus integratori vitaminici, 40 gocce di pediavit 400 al giorno per 3 mesi (adesso sospeso da 10 giorni senza miglioramenti ematici).
Nessun dolore a livello del fegato/addome.
Dagli esami del sangue effettuati si evince una lieve neutropenia.
Test virali (epatiti, hiv, cmv, hbv, etc...) negativi (controllato anche rna/dna).
Verificate possibili complicanze per malattie epatiche rare, negative.
Buone tutte le funzionalità epatiche esplorabili attraverso gli esami del sangue.
Ecografia addominale e dimensioni del fegato nella norma. Buona elasticità alla palpazione.
Come ultima spiaggia mi hanno consigliato la biopsia, ma siccome non sembra essere del tutto una passeggiata, preferirei aspettare prima del prelievo del tessuto epatico.
In questi ultimi mesi la mia dieta è stata morbida e poco varia, causa difficoltà deglutizione. Sono calato drasticamente di peso (18 kg in 8 mesi) e adesso sono gravemente sottopeso. Volevo chiedere se un valore così spropositato delle transaminasi potrebbe essere in parte dovuto a ciò e se consigliate qualche altro esame in particolare prima della biopsia. Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore la ipervitaminosi può dare sofferenza epatica ma avere le transaminasi a 800-1000 è tanto. l'assenza di virus epatitici e di una assunzione di alcol tra i fattori causali fa ritenere necessario procedere con una biopsia. tenga presente che un livello costante di transaminasi elevate vuol dire che in ogni istante delle cellule epatiche muoiono per una causa sconosciuta e rilasciano nel sangue i corpuscoli chiamati transaminasi. Quindi non è un problema da prendere sottogamba. Lei si trova a Milano e quindi in una città dove trova facilmente epatologi in grado di seguirla e definire una diagnosi corretta e quindi predisporre una cura adeguata.
mi faccia sapere. cari saluti