mano  
 
Utente 424XXX
Buon pomeriggio,
nel 2011 ho notato 2 cisti di 5 mm al primo dito della mano sx che mi diagnosticarono all'esame ecografico come cisti tendinee tanto da non preoccuparmi e far passare del tempo.
Ad agosto di quest'anno poichè si sono ingrandite (senza alcun dolore) ho rifatto prima un'ecografia dove mi hanno diagnosticato un tumore gicantocellulare alle guaine tendinee e eseguito una risonanza magnetica con mezzo di contrato da cui emerge:
Si evidenzia la presenza di noduli adiacenti ai tendini flessore ed estensore del 1° dito. Le formazioni più profondamente situate che si sviluppano anche sul versante ulnare e palmare del pollice confluiscono in un unica lesione che circonda a manicotto i piani scheletrici e che si sviluppa per 3,13x2x1,4 cm.
Sul versante ulnare e plmare del pollice è presente un'altra lesione con analoghe caratteristiche di circa 1,1 x 0,5 cm.
Le formazioni espansive descritte, sulla base delle caratteristiche morfologiche, sono fortemente suggestive per TGC delle guaine tendinee.
Null'altro da segnalare a carico delle restanti strutture muscolo-scheletriche e tendinee esaminate.

Il 22 settembre mi hanno operato al policlinico di Bari rassicurandomi di aver rimosso tutte le neoformazioni e il chirurgo mi conferma che al 99% è confermata la diagnosi della RM e seguirà esame istologico.

La mia domanda aspettando l'esito dell'esame istologico che si avrà tra un mese: è possibile aver confuso la diagnosi con un tumore maligno di simili caratteristiche?

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il TCG delle guaine tendinee (TCGGT) è una neoformazione benigna piuttosto frequente, con caratteristiche macroscopiche (cioè visibili a occhio nudo) piuttosto specifiche per sede, forma e colore. È però corretto eseguire l'esame istologico per confermare la diagnosi sospettata, e solo così verranno escluse altre ipotesi. Al momento non vi sono elementi che facciano pensare a diagnosi errata. La cosa che può tranquillizzarla, nella attesa della risposta dell'esame istologico, è la presenza di queste "cisti" da oltre 5 anni, che fa ritenere molto poco probabile l'ipotesi di malignità.
Cordiali saluti