Utente 421XXX
Salve, sono giunto al punto di desiderare un figlio, ci sono delle problematiche che ostacolano la cosa, io ve le illustrerò, lei ovaio multifollicolare. Premetto che abbiamo fatto un solo tentativo con esito negativo ma era in un periodo di non fertilità sua.
Sono affetto da varicocele sx operato nel 2008, ho fatto diversi ecocolordoppler e spermiogramma. Ora vorrei un vostro parere su quanto riportato sui referti degli eco, se illustrano situazioni sfavorevoli ad un buon funzionamento dei testicoli, ma soprattutto un parere sui dati dell'ultimo spermiogramma, se con i valori e la qualità che sono riportate avrò difficoltà a fecondato l'ovulo.
Doppler 2011: entrambi i didimi e gli episodi mi mostrano dimensioni e forma nella norma.
Si apprezza modico varicocele a sx con minimo segno di reflusso durante la manovra di Valsalva. Normale lo spessore delle guaine.
Ho fatto ricerca bacillo di Koch su urine, negativo.
Doppler 2014 (fatto da medico diverso da quello precedente): testicoli di normale ecostruttura, esenti da lesioni focali, asimmetrici (dx 14ml, sx 10 ml, differenza >20%), ben perfusi, puntiformi foci calcifici a testicoli dx.
Epididimi nei limiti della norma. Non falde di idrocele, né segni di varicocele bilat (in pz con pregresso varicocele sx operato).
Spermiogramma agosto 2013:
CARATTERI FISICI
Volume 2.2 ml (>=1.9 ml)
Colore grigio avorio
Aspetto opalescente
Fuidificazione: completa entro 60'
Viscosità: normale
Ph 7.8
CARATTERI MICROSCOPICI
Concentraz.spermatozoi camera di Burker: 12.8 milioni/ml (>=15)
N.ro totale spermatozoi x eiaculato28.1 milioni (>=39)
Leucociti 1200000 (<=1000000)
Zone di spermioaggregazione aspecifica: assenti
Emazie alcune (assenti)
Cellule immature 840000 (<= 1000000)
Cellule epiteliali assenti
ESAME MOTILITÀ
Motilità basale (entro 1 ora) 54% (>=40%)
Progressiva 40% (>=32%)
Non Progressiva 14 (<=8%)
Immobili 36% (<60%)
Motilità dopo 2 ore 48% (>40)
Progressiva 36 (>=32%)
Non Progressiva 12 (<=8%)
Immobili 52 (<60%)
TEST VITALITÀ
Spermatozoi vivi 75% (>=58%)
Spermatozoi morti 25 % (<42%)
ESAME MORFOLOGICO
Forme normali 5% (>=4%)
Forme anormali 95% (<96%)
Anomali TESTA
Amorfo 0%
Testa grande 0%
Testa piriforme 20%
Testa piccola 0%
Testa tonda 0%
Testa duplice 2%
Testa allungata 20%
Testa vacuolata 3%
Acrosoma piccolo 1%
Anomalie COLLO
Collo ripiegato 11%
Inserzione asimmetrica 0%
Ispessimento 0%
Assottigliamento 0%
Residuo citi plasmatica 5%
Anomalie CODA
Avvolta 20%
Multipla 0
Corta 0
Piegata 13%.

Questo è l'ultimo esame fatto, che è peggiorato rispetto a quello fatto nel 2010. Spero che i valori riportati non siano preoccupanti per una gravidanza e che la situazione non sia peggiorata. Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

l'esame presentato non esclude una possibile gravidanza "spontanea" ma il quadro seminale non è da considerarsi nella norma e a questo proposito, se desidera poi avere altre informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2016
Cosa mi consigliate di fare? La cosa mi preoccupa abbastanza, vorrei diventare padre un giorno non troppo lontano, spero di non dover perdere le speranze.
Cosa rappresentano questi puntiformi foci calcifici a testicoli dx? A cosa sono dovuti? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il primo consiglio che possiamo darle è quello di sentire ora in diretta un esperto andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana; sempre lui, dopo attenta valutazione clinica, saprà interpretare nel modo corretto i "puntiformi foci calcifici al testicolo destro".

Ancora un cordiale saluto.