vena  
 
Utente 356XXX
Per il Dr. Cavallini

Gent.mo Dottore,

le scrivo per cercare di dissipare un dubbio: da qualche tempo ho notato, alla base del pene, un rigonfiamento di una vena. Mentre in erezione se ne notano altre, a riposo queste scompaiono, ma resta quella che mi sta preoccupando un poco. Il mio medico mi ha suggerito, al bisogno, impacchi con borsa dell'acqua calda e crema riparase.
Un'altra cosa: ho il pene leggermente deviato verso destro (da metà asta, circa), ce l'ho così credo da sempre (a mia memoria!). La vena ingrossata c'entra qualcosa oppure no? Leggevo che il pene un po' curvo da un punto di vista congenito non crea problemi. Chiedo un suo parere dato che il web butta dentro di tutto e, spesso, si ottiene l'effetto contrario a quello cercato.

La ringrazio molto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore non mi sembra di scorgere alcun segno di patologia nel suo post
[#2] dopo  


dal 2016
Grazie per la risposta.
Il fatto è che ho notato che, durante l'erezione, il pene mantiene la solita curvatura minima che ha sempre avuto. E fin qui ok. Quando, invece, è "a riposo", ho valutato che sembra più ricurvo verso destra rispetto a come è sempre stato: urinando da in piedi, infatti, il getto è molto più laterale rispetto a prima. Questa curvatura a riposo può essere segno di qualche patologia? Ho telefonato al mio andrologo di riferimento, il quale mi ha detto di scattare 3 foto al pene eretto e di portargliele in quanto il membro flaccido non dà indicazioni particolari. Domani avrò la visita.

Intanto, Dr. Cavallini, volevo chiederle se l'aumentata (presunta) curvatura del pene a riposo è segnale di qualcosa e se l'andrologo (molto esperto, del policlinico S. Orsola - Malpighi di Bologna), palpando il pene flaccido, può capire se vi siano placche o quant'altro.

La ringrazio nuovamente per la gentile attenzione.
[#3] dopo  


dal 2016
Gent.mo Dr. Cavallini,

ho sostenuto la visita andrologica con tanto di corredo fotografico del pene in erezione. Lo specialista non ha notato una curvatura anomala (che, come le dicevo, ho da sempre), e la palpazione del pene flaccido non ha dato riscontri di placche. Per cui sembrerebbe tutto a posto.
A riposo, come le dicevo, il mio pene è più pronunciato verso destra rispetto a qualche tempo fa; di questo sono sicuro. Ma l'andrologo ha detto che non si valuta la forma del membro flaccido, bensì in erezione. Non mi ha prescritto ecografie.
A questo punto mi fido dello specialista, naturalmente. Mi rimane solo la perplessità sul perchè, non essendoci placche, il mio pene abbia cambiato leggermente direzione (lo noto dal getto dell'urina, che cade più lateralmente di prima). D'altronde - penso - se ci fossero state anomalie sulla forma del mio pene, anche a riposo, il medico avrebbe certamente individuato le placche...
Spero di essermi spiegato bene! Mi scuso per le eventuali imprecisioni.

Resto in attesa,
grazie.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Avvolte la gente si palpa il fascio vascolo nervoso dorsale del pene che è componente normale siffatta
[#5] dopo  


dal 2016
Quindi, per capire, il fatto che il pene flaccido abbia palesemente cambiato leggermente direzione non è indice di malattia? Lo specialista mi ha visitato e non ha trovato placche. Ma il pene è cambiato, ne sono sicuro. In erezione pare sempre uguale, da molle più curvo. Me ne accorgo quando urino. Le chiedo un parere, grazie di nuovo.
[#6] dopo  


dal 2016
Gentili dottori,
Facendo seguito ai post precedenti, chiedo questo: a riposo, il mio pene è più curvo del solito, in erezione pare normale. L'andrologo mi ha visitato bene, palpando il pene, e non ha apprezzato placche fibrotiche.
È sufficiente l'osservazione diretta dello specialista per escludere problemi di curvature anomale?
Non mi ha consigliato ecografie. Ne ho fatta una di mia sponte (basale), negativa.
La palpazione diretta dello specialista, appunto negativa per placche, può lasciarmi tranquillo?
Attendo risposta.
Grazie davvero.