sport  
 
Utente 393XXX
Salve, sono un uomo di 34 anni, in buona salute, praticante sport con regolarità (3/4 volte a settimana).
Doro essere stato fidanzato per quasi 5 anni ed essermi lasciato 6 mesi fa (con una vita sessuale piú che soddisfacente, invece per il resto del rapporto, molto negativa) sto frequentando, con una certa regolarità una nuova ragazza, con cui sto bene.
Il problema sorge nel momento in cui dobbiamo fare sesso. Nelle due volte sino ad ora, in cui ció é accaduto, il mio pene non risponde alle stimolazioni e non riesce a raggiungere un'erezione soddisfacente da poter concretizzare il rapporto. Ho raggiunto anche l'orgasmp in altro modo, mediante stimolazione orale, ma il pene non era mai eretto nel modo giusto.
Mi sembra di avvertire una sorta di calo del desiderio, (anche nella maturazione, che faccio meno frequentemente) nonostante sia molto attratto da questa ragazza.
É inutile dire che il problema mi sta angosciando perché francamentè non vorrei perdere questa ragazza. Ieri ad esempio ho preso della maca andina ma non ho risolto nulla. Che posso fare per risolvere questa spiacevolIssime situazione?
Grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Evidentemente nei suoi disturbi sessuali è presente una notevole componente psicogena , consultare un andrologo di sua fiducia può essere molto utile a ristabilire il suo senso di fiducia e la sua sicurezza ,inoltre una visita preventiva è sempre utile . Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Perfetto! La ringrazio e provvederò quanto prima.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Salve a tutti!
Seguendo il consiglio del Dr. De Siati, ho consultato un andrologo, il quale, riscontrata l'assenza di cause "organiche" (pur non avendo ritenuto opportuno effettuare accertamenti più approfonditi), mi ha confermato che il mio "problema" è sicuramente dovuto ad una componente psicologica; mi ha quindi consigliato di continuare con Spedra 200 e di "parlare" con la mia nuova partner; il fatto è che, in 3 occasioni, pur avendo preso Spedra, non sono riuscito a raggiungere l'erezione...inutile dire che ciò mi sta provocando parecchia ansia ed agitazione, avendo paura di perdere la mia attuale partner che mi ha rassicurato, ma che noto essere preoccupata...nel frattempo, ho preso appuntamento per un consulto sessuologico che sarà il 19 dicembre p.v, ma, visto che prima di quella data mi vedrò sicuramente con la mia attuale partner, cos mi consigliate di fare?
Grazie mille, cordiali saluti