Utente 413XXX
Buonasera,
Ho un ponte miocardico e sono in cura con Cardicor 1,25 da Giugno;
Ieri ho fatto ECG al cicloergometro per verificare e comparare la situazione rispetto alla situazione precedente l'inizio della cura, purtroppo pare che la situazione sia peggiorata visto che appare un sottoslivellamento gia a 120 bpm quando in precedenza visionando l'ECG il cardiologo mi suggeriva di non superare i 170 bpm e di dotarmi di carsiofreq. Per le mie uscite in bici. Aggiungo che i battiti a riposo arrivano anche a 44-46 bpm.
Ho preso appuntamento con altro cardiologo per avere altro parere.Possibile addirittura un peggioramento dopo 5 mesi di cura con cardicor?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La diagnosi si ponte intramiocardico é stata posta con coronarografia?
Solitamentee questa patologia si giova di terapia con dosi congrue di betabloccanti (atenololo, metoprololo) la dose di Cardicor che lei assume é ...pediateica rapportata al suo peso.
L associaziine con aspirina é consigliabile
Solitamente il ponte intramiicardico interessa la discendente anteriore , piu raramente la coronaria destta o la circonflessa e la possibilita di posizionare uno stent dipende dalla lunghezza della "tunnellizzazione"
. Infine e' possibile una correzione chirurgica con by pass qualora si osservi una restenosi dopo stenting.

In ogni caso l attivita sportiva é strettamente controindicata.

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
"...Non alterazioni ateromasiche apprezzabili...Tratto intramiocardico di tipo destro al III distale con estensione longitudinale di 31 mm.Aorta tricuspide con bulbo aortico di 36 mm e giunzione seno-tubolare di 29 mm"
Questo il referto della TC coronarica effettuata.
Grazie
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Confermo quanto detto prima.
A mio avviso andrebbe cambiato beta bloccante con una dose adeguata alla sua superficie corporea.

Ne parli con il suo cardiologo , al quale spetta ovviamente la decisione.

Arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,
Grazie per la solerzia dott seguo senz'altro sue indicazioni, mi scusi se sono pedante ma si tratta di un'alterazione così importante da impedirmi anche un'attività sportiva moderata? (Corsetta..)
Attualmente non ho problemi con betabloccante, anche se mi abbassano notevolmente bpm, onestamente visto che non ho mai avuto problemi fino ad ora preferirei smetterne del tutto l'assunzione e in alternativa stoppare qualsiasi attività sportiva anche lieve...viste anche le controindicazioni a cui probabilmente andrei incontro con aumento dosaggio (difficoltà erettile).A 47 anni il rpossimo 16 novembre, anche la qualità della vita oltre la lunghezza ha la sua importanza..
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei segnala una prova da sforzo positiva per ischemia sotto piccole dosi di beta bloccante e questo e' gia' una controindicazioni all'attivita' fisica sportiva.
Lei ha una patologia che non e' una sciocchezza e deve rendersene conto e farsi curare.
L'eventuale deficit erettivo legato al PS puo' essere risolto con inibitori delle 5 fosfodiesterasi.

Arrivederci

cecchini