Utente 428XXX
(ho sbagliato il titolo e non posso più modificarlo, il titolo corretto è malattia del nodo AV)

Buongiorno, 8 mesi fa a seguito di leggeri sintomi (per lo più la percezione di battiti mancanti e extrasistole) ho fatto una serie di analisi, tra cui lo studio elettrofisiologico. Alla fine mi è stata diagnosticata Iniziale Malattia del Nodo AV, con BAV I° costante, episodi di BAV II° tipo 1, blocco di branca destra incompleto.

Il cardiologo mi ha detto che probabilmente in futuro avrò bisogno di pacemaker (il problema è anche familiare) però per ora non serve, e di eseguire holter ogni 12 mesi.

Dopo lo studio elettrofisiologico (avvenuto 4 mesi fa) il numero di volte in cui percepisco gli episodi di BAV è aumentato, mi capita spesso anche di giorno se sto seduto al lavoro o nel pomeriggio se mi siedo nel divano, non sono però mai svenuto e i sintomi non sono mai stati particolarmente gravi (percepisco un leggero giramento di testa o leggero senso di costrizione alla gola).

Ultimamente però mi sono capitati alcuni episodi notturni di BAV 2:1, circa una volta alla settimana mi sveglio senza motivo nel cuore della notte e sento il cuore che batte con maggior vigore ma ad un ritmo molto lento (circa 40 bpm), suppongo si tratti di BAV 2:1 perché al polso ogni tanto si sente il battito mancante con delle sequenze di 2 o 3 battiti più vicini. Tale condizione dura abbastanza a lungo, anche 20...30 minuti, a volte si risolve lentamente da sola, a volte semplicemente mi riaddormento. Se però mi alzo e cammino per qualche minuto lentamente il ritmo riprende (inizialmente saltando un battito ogni 2, poi ogni 3 e così via). Questa cosa però si è presentata ultimamente, dopo i controlli effettuati.

La mia domanda è la seguente: questo peggioramento è normale?, rientra nel quadro dei problemi già riscontrati e posso tranquillamente aspettare il prossimo holter (indicativamente tra 8 mesi) o è il caso di segnalarlo al medico per rivalutare la situazione? Inoltre quando capitano questi episodi notturni è meglio se mi alzo e cammino in modo da far passare il BAV o posso rimanere a letto e attendere se passa da solo?

Vi ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In realtà se tali episodi di blocco AV cominciamo ad essere sintomatici conviene non attendere mikto ad n installare un pace
Maker anche per
Motivi di sicurezza .
Pensi cosa potrebbe succedere se lei avesse senso di mancamento o
Peggio svenimenti mentre è alla guida .....

Ne parli con il suo cardiologo... è stupido attendere la
Prima sincope per impiantare
Un PM

Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio molto per la rapida risposta, ne parlerò con il cardiologo al più presto.

Solo una cosa, se dovesse ricapitare nell'immediato, di notte, ha un qualche senso alzarsi e muoversi per cercare far passare il blocco? oppure è lo stesso attendere a letto che passi.

Grazie ancora e arrivederci.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se vuol
Passare passa da se

Arrivederci