Utente 194XXX
buongiorno,
venerdì scorso (6 GG FA) il mio fidanzato di 31 anni è stato sottoposto a lobectomia con toracotomia ed intervento durato sei ore.
Martedì mattina ( tre giorni e mezzo dall'intervento) è stato dimesso nonostante la febbre. Martedì stesso, in serata ed a casa , ha avuto un picco di 40, abbiamo chiamato in reparto e il primario che ci hanno detto che era normale, di fare ciproxin 1x 500mg per 5 gg e se avessimo avuto bisogno di tornare in pronto soccorso. Mercoledì, non sapendo a chi affidarci, e vedendo che la febbre persisteva abbiamo chiamato lo pneumologo che lo aveva in cura prima dell'operazione e gli ha prescritto ciproxin 2x500 e rocefin 1g intramuscolo per 5gg. La febbre però continua a persistere (ieri picchi massimi di 38) , quindi mi chiedo se è normale, e se la febbre non sia dovuta al fatto che hanno tolto il drenaggio dopo appena 3gg e mezzo. Visto che sono stati un pò "lavativi" nel dimetterlo con la febbre dopo tre giorni, e sbagliando la cura da fare a casa, non vorrei che anche il drenaggio sia stata tolto troppo presto! grazie e scusate, ma parlare con il reparto che l'ha seguito è impossibile!

saluti
[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Fai fare una radiografia al tuo fidanzato. Serve un controllo per capire se esiste un accumulo di liquido nel torace che potrebbe dare febbre elevata o uno pneumotorace.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottore Andreetti speravo col cuore mi rispondesse lei, perché appena abbiamo saputo dell'esistenza del carcinoide noi volevamo venire da lei per farci operare, ma la distanza non ce l'ha permesso! Ci tengo a dire che ieri la febbre ha toccato picchi max 37,7 e stamattina per ora 37. Non vorrei farlo uscire... Ma se necessario lo faremo.
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Forza ragazzi. Tenetemi aggiornato
[#4] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore... Ha ragione chi dice che lei lavora col cuore. Per oggi il mio fidanzato non ha fatto i raggi perché il suo medico di famiglia gli ha consigliato di finire prima le cure antibiotiche , cioè domani e lunedì se la febbre persiste di fare le radiografie. Intanto oggi ha avuto max 37.5. La terrò informata
Grazie ancora
[#5] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno dottore! Mi scuso ancora se la disturbo... Ieri un'infermiera ha medicato la ferita del mio fidanzato che era molto gonfia solo da un lato (non è rossa, nè calda) e schiacciando è uscito del siero. Stamattina il siero ha trapassato la garza e il pigiama, nonostante la ferita sembra stia cicatrizzando bene. Ora mi chiedo se la febbre che persiste ancora può essere dovuta alla ferita! Domani comunque andrà dal chirurgo e vedremo cosa ci consiglia

Grazie ancora
[#6] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Si certo. Una ferita infetta può portare a una sintomatologia di questo tipo. Fai controllare dal chirurgo la ferita
[#7] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Questa storia sembra non finire più! Speriamo bene... La ringrazio ancora tanto! Saluti
[#8] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera dottore! Oggi siamo andati in ospedale, dalla ferita è uscito molto siero ma non pus, hanno fatto la radiografia , proprio come ci aveva consigliato lei, e c'è del versamento pleurico specie nella fessura tra lobo inferiore e superiore (il medio è stato tolto). Oltre alla cura antibiotica il medico ha aggiunto deltacortene e tra due giorni ritorniamo per fare gli altri raggi e vedere come va. Loro pensano che la febbre sia dovuta al versamento. È una cosa grave? Hanno tolto il drenaggio troppo presto? Si può creare un'infezione davvero importante?
Grazie ancora!
[#9] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Dobbiamo evitare l'infezione assolutamente.
[#10] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Spero questo sia il modo giusto... E se c'è da rimettere il drenaggio che lo facessero se serve a salvarlo! Grazie ancora
[#11] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Genti.mo, la contatto perché oggi durante il primo controllo dall operazione (lobectomia del lobo medio il 4novembre) è accaduta una cosa molto strana facendo la broncoscopia. I medici hanno scritto che "a dx a livello del terzo distale-segmentario mediale del bronco lombare medio è presente lesione vegetante sessile, rosso vinoso, riccamente vascolarizzata la cui biopsia viene rinviata all esecuzione di una broncoscopia rigida. Ora cosa potrebbe essere? I medici non si sono esposti perché necessitano di tac e biopsia, quello che mi chiedo è com'è possibile che ci sia questo modulo (come hanno detto loro) nel lobo medio, se il lobo medio dovrebbe essere stato asportato a novembre? Potrebbe essere un tessuto che si è formato durante la cicatrizzazione? O un altro carcinoide o carcinoma? Possibile che in un mese si riformi? Sono davvero sconcertata e preoccupata questa volta...
[#12] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non so cosa dirvi. Chiede spiegazioni al chirurgo che l'ha operato. L'ipotesi del nuovo carcinoide è poco probabile se non impossibile.
[#13] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Il problema è che non hanno saputo risponderci ,anzi erano spiazzati, senza parole e molto sfuggenti. hanno già fissato l'ospedalizzazione per lunedì per fare tac e broncoscopia rigida. Mi viene da pensare a questo punto che sia lo stesso che dovevano togliere e non L hanno fatto (anche se hanno fatto la biopsia ed è uscito che è un carcinoide tipico non vascolarizzato ,questo invece pare sia vascolarizzato) o magari erano due e ne hanno tolto solo uno. Boh... La cosa che mi preoccupa è proprio la vascolarizzazione perché a noi hanno sempre detto prima del risultato della biopsia che se la formazione non è vascolarizzata generalmente è benigna (infatti dalla biopsia è uscito un carcinoide tipico) questo invece pare sia rosso vinoso. Non ci stiamo capendo più nulla... Speriamo di riuscire a venire a capo di tutto ciò! Grazie ancora dottore
Saluti
[#14] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
I carcinoidi tipici e atipici sono di color rosso vivo perché molto vascolarizzati
[#15] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Ahhhh bene... Non ci resta che aspettare, fare tutti gli accertamenti e capire cosa sia successo durante e dopo l'intervento! La ringrazio infinitamente e mi scuso se sono opprimente ma questa storia mi sembra non finire mai!
Emanuela