Utente 768XXX
....Volevo porvi una domanda,..ma come mai così tanti giovani con problemi di fuga venosa?....quali possono essere le cause scatenanti?...e i farmaci orali come cialis viagra ecc...possono essere la soluzione a tale problema?....ci sono delle novita' in campo medico riguardante diagnosi e cura definitiva per tale patologia?....Oppure l'Andrologia deve fare ancora molti passi avanti riguardo a diagnosi e cure?...grazie per le risposte ma sono molto curioso di sapere se ci sono novità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
se desidera avere aggiornamenti ed informazioni più dettagliate su queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000

caro lettore,

quando, nel 1972,ho cominciato ad interessarmi di andrologia e di disfunzione erettile si conosceva ben poco. Si pensava che tutti i problemi fosseri legati a fattori psicologici. Piano,piano si sono studiati gli ormoni, i fattori neurologici, i fattori vascolari....ed oggi conosciamo molte cose e abbiamo a disposizione farmaci capaci di risolvere molti problemi vascolari.
La problematica della disfunzione venoocclusiva cavernosa che rappresenta un "dramma" per molti giovani ancora non è stata "capita" completamente ma si sta studiando e così come il 26 marzo 1998 è "nato" il Viagra che ha rappresentato una rivoluzione terapeutica della disfunzione erettile arteriosa, posso immaginare che tra pochi anni analoga soluzione si troverà anche per le problematiche venose che oggi debbono essere trattate in maniera un po' più integrata
cari saluti