corpo  
 
Utente 338XXX
Salve

Mi scuso fin da adesso del nuovo consulto che sto per proporvi, ma per lontananza da casa e mancanza del medico non posso costatare di persona l'effettiva importanza o meno dei sintomatologie riportate.
Da una settima a questa parte (con accentuazione dei sintomi da ieri) avverto un senso di spossatezza del corpo (una stanchezza continua) con sensazioni di sbandamenti e capogiri che non mi fanno vivere la mia quotidianità.

Tutto si è accentuato nel momento in cui (per motivo di lavoro) feci una piccola (ma faticosa ) corsa per prendere il mezzo. Improvvisamente, dopo il senso di inadeguatezza del gesto da me compiuto(non sono un vero sportivo ) questo malessere generico (di debolezza e capogiri)si fece molto più intenso e incessante.


Premetto di non soffrine di nessuna malattia cardiaca o respiratoria (ho fatto una ECO con DOPPLER ed elettrogramma 3 anni fa) , sono solo in terapia per una diagnosi di morbo di chron (prendo il PENTASA da 500) .

Ad accompagnare questa sintomatologia c'è anche uno strano fastidio al collo (tipo rigidità o di bruciore) accentuato lievemente.

Da che cosa può esser dovuto? E' qualcosa di cui preoccuparmi?

Vi ringrazio ancora per l'attenzione e per l'eventuale risposta e mi scuso per il consulto appena richiesto.

Grazie mille per i vostro lavoro e per i consigli dati a tutti noi in questo sito.

Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Utente,
credo che forse lei abbia una componete ansiosa che amplifica delle sensazioni oggettive.
Non ritengo che aver fatto una corsetta per prendere il tram abbia scatenato tutti i sintomi che riducono la sua qualità di vita: tanto più che lei riferisce di avere fatto un Ecocardiogramma color doppler risultato normale. Anche se avendolo fatto 3 anni fa forse lo possiamo considerare un pò datato e da rifare.
Io Le consiglierei piuttosto un Emocromo per escludere una anemia, dato che lei soffre di M. di Chron, una ferritinemia e una valutazione fisiatrica del rachide cervicale che, se presenta la muscolatura irrigidita, può essere la causa dei suoi disturbi dell'equilibrio.
Può informarci se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.