Utente 429XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni ed in seguito a delle visite mediche per l'esercito mi è stata riscontrata un 'Bicuspidia aortica con relativa insufficienza di grado lieve'.
Essendo stato scartato quindi alle visite mediche (dopo aver passato tutti i test fisici e psico-attitudinali) dell'Esercito, ho subito contattato il cardiologo per un ecocardiogramma ed un ecodoppler, nel quale mi è stata effettivamente riscontrata quest'anomalia.
Il cardiologo mi ha consigliato inoltre di fare un esame trans-esofageo per avere al 100% la certezza di questa malformazione cardiaca e per sapere in più il reale grado dell'insufficienza del flusso sanguigno.
Non ho mai studiato anatomia ma avendo passato gran parte della mia adolescenza tra ospedali e reparti cardiologici in diverse cliniche d'Italia per via di mia madre, ho approfondito lo studio del cuore e delle sue caratteristiche, questo per dire che dall'ecodoppler riuscivo a distinguere bene il rafe della valvola aortica e questo ha suscitato in me molte preoccupazioni.
Fino ad un anno fa praticavo regolarmente sport (calcio, calcio a 5, corsa) e non ho mai avuto problemi, in questo ultimo periodo invece noto delle extrasistoli e mi sento più agitato del solito.
Ho perso mia madre quasi 4 anni fa in seguito ad un'operazione cardiaca non andata a buon fine (sostituzione valvolare) ed ho il terrore che questa bicuspidia aortica possa portare dei problemi abbastanza gravi come quelli avuti da mia madre.
E' il caso di preoccuparsi o è una patologia meno grave di quello che sembra? Potrei avere problemi nella vita di tutti i giorni (erezioni, tremolii, fatica, dolori al petto) o posso stare tranquillo? Dovrò subire un intervento chirurgico tra qualche anno o posso vivere tranquillamente in queste condizioni?
Ringrazio in anticipo per eventuali risposte.
In fede, D.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Solitamente la bicuspidia aortica non necessita di al un intervento chirurgico.
Converrà eseguire una ecografia annuale e provvedere alla profilassi antiendocarditica in caso di interventi odontoiatrici o endoscopie,
Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio Dr.Cecchini.
Quindi per quanto riguarda le attività fisiche non dovrei avere problemi?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ha una seppur lieve insufficienza valvolare aortica: vita normale, eviti stress fisici intensi che non fanno peraltro bene ad alcun cuore.
E' buonsenso

Arrivederci

cecchini