Utente 393XXX

Salve, vorrei porre una questione al Dr. Vincenzo Caldarola in quanto ho potuto notare essere molto impegnato sul fronte meningite in questo sito.

Caro Dr. Caldarola sarò breve per non tediarla troppo.

Io e la mia fidanzata (30 anni il sottoscritto, 21 lei) siamo in procinto di trasferirci in Toscana e più precisamente nella città di Siena. Lei frequenterà l'università, io invece continuerò il mio lavoro da libero professionista nel settore informatico. Premesso che né io né la mia ragazza facciamo uso di farmaci (se non in casi rarissimi e necessari, es: terapia antibiotica prescritta a causa di un ascesso dentale verificatosi qualche anno fa) e per grazia di dio godiamo di ottima salute, volevo chiederle se fosse il caso di effettuare il vaccino (meningococco C e B).

Ho letto un po' di dati statistici, ovviamente provenienti da enti seri e non da sitarelli qualunque, ed ho potuto notare che ho più probabilità di fare un incidente stradale mentre mi reco a Siena in autostrada rispetto a quella di contrarre la meningite, o come meglio la definisce lei: Meningoencefalite.

Avendo letto più volte suoi interventi in merito ho acquisito una certa stima nei suoi confronti e mi farebbe piacere ricevere il suo consiglio.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
grazie per la stima che fa sempre piacere.
Dato che la regione Toscana ha attivato la dispensazione del vaccino antimeningococcico gratuitamente, credo anche contro il ceppo B, e dato che se lei ha posto il quesito significa che consciamente o inconsciamente teme un improbabile contagio per lei e per la sua ragazza, fatevi inoculare pure il vaccino.
Sarete psicologicamente più tranquilli e potrete fare delle passeggiate rilassanti nella bella Siena durante il tempo libero. Magari gustando dei ricciarelli al cioccolato o alla mandola.....
Cari saluti.
Dott. Caldarola.


[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Mi fa piacere che lei abbia utilizzato l'aggettivo "improbabile" per giudicare la possibilità di un eventuale contagio, ciò mi rasserena. La ringrazio del consiglio è stato molto gentile e disponibile. Rinnovandole la mia stima le auguro una buona giornata e, visto che siamo all'inizio del nuovo anno, un sereno 2017 a lei ed ai suoi cari.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ricambio gli auguri di un Sereno 2017 a lei e chi le è caro.
Grazie per le parole di stima: fanno sempre piacere. Specie se,come le sue, sono sincere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.