Utente 378XXX

Buongiorno,

Ho fatto iniezione di rocefin generico per una bronchite, durante la notte si è manifestato prurito intenso , e orticaria su tutto il corpo, ho pensato forse non mi conviene il generico, visto che qualche mese prima avevo già preso il medicinale originale non era successo niente. Dopo circa 2 ore dalla seconda iniezione, reazione molto forte, prurito , rossore , orticaria. Ano gonfio e doloroso . Ho una piccola ernia da scivolamente e riflusso mi ha dato fastidio durante la notte.

Questa mattina ho male all'inizio della gola ad inghiottire Mi sta passando. La mia dottoressa mi ha prescritto Medrol 16, 1 la mattina e Kestine 1 al giorno, per ora l'orticaria c'è sempre, sto meglio durante il giorno , la sera si riacutizza .

La dottoressa mi ha prescritto Levofloxamina EG 500 , per la bonchite in alternativa al Rocefin, ma ho paura a prenderlo, lei cosa ne pensa  Quanto durano queste reazioni ?

Una altra cosa, 15 giorni fa , ho fatto 4 impianti dentali , dunque anestesia locale, più 6 giorni di amoxicillina e acido clavulanico, non vorrei che magari la somma di tutte queste medicine in tempo ravvicinato avesse provocato l'orticaria.

Spero di essermi spiegata bene, sono molto ansiosa ed ipocondriaca , se mi volete dare una risposta.

Vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, rispondo anche se in ritardo perchè la reazione con il rocefin (ceftriazone ) è da tenere in seria considerazione. Le reazioni allergiche non avvengono mai alla prima somministrazione del farmaco. C'è sempre un periodo silente in cui il farmaco viene ben tollerato. Per cui solitamente le reazioni avvengono in successive somministrazioni. Lei deve considerarsi allergica ai betalattamici (penicilline e cefalosporine). Oggi possiamo anche mediante test cutanei dire a quali antibiotici betalattamici lei è sensibile, e a quali no, per cui li può assumere, ma per questo deve rivolgersi ad un centro allergologico ospedaliero con esperti in reazioni avverse ai farmaci. Lei è nella culla dell'allergologia Italiana, per cui non avrà nessun problema a trovare aiuto. Per quanto riguarda l'anestesia locale non deve preoccuparsi e l'alternativa ai betalattamici i chinolonici (levofloxacina) sono stati un buon consiglio.
PS le faccio il nome di un collega che si occupa di queste cose al Careggi Dottor Oliviero Rossi
[#2] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Buon giorno,


Grazie mille per la risposta, e anche per l'informazioni riguardo
al medico di Careggi, cordialmente