Utente 438XXX
Salve, mi chiamo Lorenzo ho 19 anni e abito in Toscana. Due anni fa (all'epoca diciassettenne) ho cominciato ad avere macroematuria senza dolore e senza sintomi, in un primo momento è stata fatta una Tac con contrasto dove risulta Un ritardo al passaggio del liquido di contrasto nel tratto renale sinistro , dopodiché mi è stata fatta una cistoscopia poi ho fatto un color doppler dove mi è stata diagnosticata la sindrome nutcracker, si parlava già di autotrapianto, dopo altri studi comprendenti angiografia Angio tac e risonanza mi è stato detto che fino a che non ci saranno peggioramenti è sconsigliato fare l'operazione. Oggi eccoci qua dopo un anno ho ricominciato ad avere ematuria e nelle ultime settimane parlerei di macroematuria teniamo sotto controllo con esami del sangue e urina. Secondo voi ora cosa dovrei fare, cosa mi consigliate? Grazie in anticipo!
Lorenzo Capasso
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
L'opportunità di intervenire, in senso generale, è legata al "peso" dei sintomi: ematuria macroscopica continua, con anemizzazione, è sicuramente un'indicazione più solida della sola microematuria o della occorrenza di sporadici episodi di ematuria macroscopica.
Detto questo, esistono alcune opportunità terapeutiche di invasività crescente, e certamente l'autotrapianto non è la prima opzione che personalmente suggerirei, preferendo in prima istanza lo stenting della vena renale sinistra. Ma questa è una mia opinione personale.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per la sua risposta! Mi potrebbe dire dove la posso contattare per parlarne meglio, un e-mail o un numero telefonico di reparto
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentilissimo,
trova i miei riferimenti nella mia scheda sul sito.
Tenga però presente che ogni valutazione a distanza, con qualsiasi mezzo, non può sostituire in alcun modo una valutazione diretta; motivo per cui sono comunque restio a fornire indicazioni specifiche per via telematica.
Cordialità