Utente 442XXX
Buongiorno,
poco meno di due mesi fa, scrivendo a mano, avverto un improvviso e circoscritto dolore all'ipotenar della mano dx.
Il dolore passa immediatamente appena smetto di scrivere, ma si ripresenta ogni volta che scrivo per più di qualche minuto.
Così vado da uno specialista medico ortopedico che:
- esclude fratture
- ipotizza mignolo a scatto
- richiede ecografia
L'ecografia esclude il mignolo a scatto, non rileva anomalie e viene allora ipotizzata contrattura muscolare.
Un po' di riposo e passerà. Invece non passa e, nel tempo, mi diventa difficile anche fare una firma a penna.
Così qualche giorno fa vado da un fisioterapista per far vedere la contrattura. Il fisioterapista non rileva la contrattura, ma ripercorre l'avambraccio fino ha poco prima del gomito. Qui riscontra un' epicondilite trascurata che ha infiammato l'intera zona, interessando anche il nervo ulnare.
Mi propone una terapia con: tecar, stretching e applicazione di una fascia per epicondilite.
Purtroppo la fascia, applicata la notte successiva, mi fa risvegliare con dei sintomi nuovi: dolore al gomito, dolore al polso, ultime dita con formicolii.
Vado allora da un chirurgo della mano che esclude epicondilite, ma ritiene vi sia un sospetto intrappolamento del nervo ulnare, anche in considerazione del gomito valgo. Mi prescrive EMG con particolare attenzione alla situazione del nervo ulnare ( gomito e guyon).
L' EMG è negativo, sia per sensibilità che per conduzione. In particolare non trova sofferenza al nervo ulnare.
Nel frattempo i formicolii sono scomparsi (erano presenti solo nella giornata successiva al tutore), il dolore al gomito persiste con particolare intensità in corrispondenza della doccia, i dolori al polso diminuiscono.
Mi viene allora prescritta ecografia al gomito e cura farmacologica di sei giorni con voltaren e muscoril per bocca. Ho iniziato la cura da tre giorni e ne ho un lieve sollievo. Presto farò l'ecografia.
Che cosa può essere? L'EMG negativo esclude l'intrappolamento? O quanto meno che esclude l'ipotesi di un intervento chirurgico?
Grazie mille!
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

impossibile per noi dare opinioni senza poter valutare direttamente.

Posso solo dirle di affidarsi a uno specialista, magari quello che le dà più affidamento, e seguire quello che le propone.

Sentire più pareri contemporaneamente le confonde solo le idee.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio e sono assolutamente d'accordo con lei.
Solo una domanda "tecnica", non necessariamente relativa al mio caso: una EMG negativa e una ecografia negativa al nervo ulnare (nessuna sofferenza o anomalia ecc...) possono escludere l'intrappolamento dello stesso?
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Assolutamente no.

Io personalmente ho operato casi di chiarissime compressioni al nervo mediano o ulnare che duravano da molti mesi o più, con sintomatologia inequivocabile, ma con una o più EMG "nella norma". In tutti questi casi, il problema si è risolto con l'intervento.

Con questo, non le sto dicendo che normalmente si opera un paziente con EMG nella norma, ma soltanto che, in casi ben selezionati e con una chiara storia clinica ed esame obiettivo evidente, si può comunque procedere con l'intervento.
[#4] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio moltissimo.
Un'ultima domanda: una risonanza potrebbe togliere ogni eventuale dubbio?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Basta la clinica e gli esami già eseguiti.